Le mille e una notte di Leo Messi e Cristiano Ronaldo

In Barcellona-Real Madrid di ieri sera i due fuoriclasse hanno lasciato il segno scrivendo un’altra pagina nella loro personale bibbia dei record. 

BARCELLONA – Quattro gol, la solita appassionante Corrida ed emozioni a non finire. Barcellona-Real Madrid, come da copione, non ha deluso neanche questa volta restando per distacco la sfida più affascinante del mondo per qualità tecnica, pathos e rivalità extra-calcistiche. Un pareggio emozionante condito dai soliti duelli a non finire ma quello che si è preso la scena è sempre il solito: tra il il 10 e il 7, tra Leo Messi e Cristiano Ronaldo. Ancora loro e sempre loro in una corsa verso un’onnipotenza raggiunta, verso obiettivi e famelici record da sbriciolare. Ieri, infatti, hanno aggiunto l’ennesima pagina alla bibbia dei loro record: infatti, con la rete segnata ieri, Messi è arrivato a quota 551 con la maglia del Barcellona in 635 presenze mentre Ronaldo ha toccato quota 449 con la maglia del Real Madrid in 436 gettoni. Totale? 1000 le reti in due con una singola maglia.

Numeri che, ormai, potrebbero anche offendere la levatura aliena del genio argentino e della macchina da gol portoghese. Il numero 10 del Barca, inoltre, ha segnato la quarta rete negli ultimi quattro Clasico mentre il 7 del Real Madrid ha toccato quota 18 reti nella sfida più sentita del pianeta agganciando Di Stefano al secondo posto dei marcatori di tutti i tempi del Clasico, al primo posto c’è proprio Leo Messi con 26 gol. Un’altra stagione che sta per concludersi e altre pagine da incollare all’interno del libro del duello pazzesco che va oltre il calcio ma ingloba qualcosa di magico per una rivalità sana che va oltre il tempo, il trofei e oltre i numeri.

44 gol in stagione in 52 presenze per la Pulce che si è portata a casa la Liga e la Coppa del Re, aspettando il Mondiale di Russia, ed è molto vicino a prendersi la quinta Scarpa D’Oro della sua carriera. 43 reti in 42 partite per Cristiano Ronaldo che ha trascinato il Real Madrid alla sua terza finale consecutiva in Champions League grazie alle sue 15 reti nella massima competizione europea per club. Il portoghese sogna la quinta affermazione in questo trofeo che potrebbe regalargli il sesto Pallone D’Oro ma, anche per lui, c’è la Russia ad aspettarlo per tentare l’impresa con il suo Portogallo.

Fonte foto: Twitter Liga