Bari, riecco Kutuzov: “Sono pronto per giocare”

Nello scorso campionato l’infortunio al tendine d’Achille l’ha tenuto lontano dai campi fino a fine stagione, ma quest’anno Vitaliy Kutuzov ha quella voglia di dimostrare le sue piene potenzialità sul palcoscenico del calcio che conta.

Il bomber bielorusso ha parlato quest’oggi ai microfoni della stampa nel ritiro di Ridanna, dove ha parlato delle sue condizioni fisiche: “Ho già raggiunto il peso forma – dice – mi sono preparato anche durante le vacanze a Minsk. E’ stato più un lavoro per allenare elasticamente il tendine che atletico. Sono contento che il tendine abbia risposto benissimo ed ora non ho fastidi. Spero di poter giocare subito dalla prima partitella amichevole qui in ritiro. Stiamo svolgendo un lavoro atletico e tattico pesante – prosegue – e siamo solo all’inizio della preparazione. Ma si sa ci vuole tempo”.

L’attaccante biancorosso elogia un’altra pedina dello scacchiere di Ventura, che ha avuto un annata travagliata dalla pubalgia: Emanuel Benito Rivas. Sull’argentino, infatti, dichiara: “Rivas non è riuscito a giocare con continuità a causa dei tanti infortuni. Se fosse andata in maniera diversa avremmo visto ben altre cose. Ha una forza e una velocità che gli altri non hanno. Credo che abbia espresso solo il 40% delle sue potenzialità”

Sul suo rapporto con mister Ventura dice: “Ho trovato sintonia con lui fin da Pisa. Mi sono divertito a giocare per lui nei suoi schemi. Se poi lo facciamo con un modulo piuttosto che con un altro non ci sono problemi. Abbiamo giocato con due punte, con tre…non svegliam i nostri segreti”

Infine, il bomber di Minsk conclude con una battuta sulle ambizioni del Bari per la nuova stagione: “Possiamo andare oltre i 50 punti? Oltre chiaramente. Mai fermarsi. Per noi l’importante resta la salvezza ma abbiamo le potenzialità per superare quanto fatto vedere l’anno scorso”.

[Gaetano Nacci – Fonte: www.tuttobari.com]