Benitez resiste, l’Inter parla con Genoa e Udinese. La Juve la Champions ora la guadagna per costruire una grande squadra. Milan e Napoli alla finestra per continuare a sognare

C’è chi la Champions la va a vedere per poi giocarla (da protagonista) il prossimo anno – come la Juve. C’è invece chi la gioca con tutto quello che ha al momento, e che ha dato un calcio alla crisi, nonostante le difficoltà rimangano. Come Benitez. C’è anche chi può permettersi il lusso di non pensarci più, alla Champions, fino a febbraio, com il Milan. C’è invece chi la sogna per il prossimo anno, come il Napoli. Benitez respira. Soffre, sbuffa, sbraita, ma alla fine vince. La Nord è con lui, la società pure.

Tanto che negli ultimi giorni si sono intensificati (eccome) i contatti per rinfrescare la squadra a gennaio. Con il Genoa una cena fra presidenti per buttare qualche nome sul tavolo. C’è tutto il tempo per ragionare. Da una parte Ranocchia, Moretti, Criscito (che piace moltissimo anche al Bayern Monaco) e Sculli, dall’altra Santon, Muntari e Biabiany.

Si parla, si ragiona, si discute. Naturalmente Ranocchia è quello che piace di più, e altrettanto naturalmente è quello che costa di più. Inter e Genoa stanno cercando di individuare un difensore da prendere insieme per poterlo mettere a posto dell’ex difensore del Bari nella rosa rossoblù, la caccia è iniziata. Come è iniziata anche la chiacchierata con l’Udinese. Anche qui 3 nomi: Inler (che piace per l’immediato), Asamoah (che piace per giugno) e Sanchez (anche lui eventualmente per la prossima stagione).

L’Inter deve ancora decidere la propria strategia, l’Udinese vorrebbe inserire nella trattativa qualche giocatore interessante come Nwankwo e (anche loro) Biabiany. Intanto gli uomini mercato bianconeri hanno messo le mani su Federico Fernandez, difensore dell’Estudiantes, argentino, classe 1989, pronto per giugno. Insomma il mercato è entrato nel vivo. E anche la Juventus non vuole farsi trovare impreparata. Fabio Paratici è stato in giro per l’Europa. Ieri sera era a vedere Shalke-Lione.

Osservato speciale Bastos, brasiliano del Lione. E’ extracomunitario, può arrivare soltanto il prossimo anno. Ma con lui a sinistra e Krasic a destra Delneri non può che essere contento. Un’occhiata anche a Farfan (che ha anche segnato) a Cissokho e Lisandro Lopez, giusto per rimanere aggiornati. Come era successo anche nella serata di martedì durante Basilea-Cluj, con Shaqiri anche lui esterno, anche lui di grande qualità.

Senza dimenticare che in avanti Maxi Lopez continua ad essere l’obiettivo numero uno. In avanti qualcosa la farà anche il Milan. Già chiesto Matri al Cagliari. 12 milioni la valutazione che ha fatto Galliani, con l’altra metà di Astori come contropartita tecnica. Per il momento Cellino ha detto no, e così il Milan continua a guardarsi intorno. José Ernesto Sosa invece guarda dritto verso l’obiettivo che tutti sognano ma nessuno dice (per scaramanzia) a Napoli: la qualificazione in Champions League.

Per arrivarci continua il pressing su Ruiz dell’Espanyol (sul quale c’è anche l’Inter) e molto difficilmente perderà Cannavaro. Si continua a parlare del suo rinnovo, non se ne andrà sicuramente a gennaio. Il suo legame con Napoli è troppo forte.

[Luca Marchetti – Fonte: www.tuttomercatoweb.com]