Black out Fiorentina: il turnover gioca un brutto scherzo ai viola

257

La Fiorentina in una settimana ha perso due obiettivi: coppa Italia e rincorsa al terzo posto. Tra le cause l’eccessivo turnover di Montella che crea confusione nella squadra e finisce per danneggiare anche i fantallenatori.

BANDIERA BIANCA – La Fiorentina, contro il Napoli, ha perso alla lettura delle formazioni: fuori in un colpo solo Gonzalo Rodriguez, Gomez e Diamanti, Joaquìn e spazio ad un attacco di pesi piuma composto da Salah, Ilicic e Vargas. Risultato: un tempo regalato agli avversari. Non che quando sia entrato Gomez la situazione sia migliorata, ma rimane il fatto che la squadra abbia recepito male i dettami tecnici. Il crollo con il Napoli è arrivato di conseguenza.

TROPPA PRESUNZIONE – Montella è tatticamente molto preparato, ma non è la prima volta che pecca di presunzione. La sua smania di cambiare in base all’avversario e di stupire ha mietuto più di una vittima. Dai portieri (le staffette Viviano-Neto e Neto-Tatarusanu sono storia) a Gomez, passando per Pasqual, Aquilani e Salah, tutti hanno dovuto fare i conti con la legge del tecnico napoletano, che, non sempre ha pagato.