Bologna, Arnautovic: “Possiamo raggiungere l’Europa”

44

Le parole di Marko Arnautovic, nuovo attaccante austriaco del Bologna nella conferenza stampa di presentazione.

BOLOGNA – Marko Arnautovic, nuovo attaccante del Bologna, è intervenuto nella conferenza stampa di presentazione. Queste le sue parole: “Prima di tutto voglio ringraziare il Club, in particolare Fenucci e Sabatini, oltre a tutte le persone che hanno reso possibile questo trasferimento. I primi contatti sono avvenuti sei mesi fa e dopo questi mesi finalmente sono qua. Il Bologna mi ha ridato la voglia di giocare a calcio. Ci siamo sentiti anche con il mister e mi hanno da subito dimostrato la voglia di avermi con loro. Sono molto contento di essere qui. E’ stato un momento speciale non solo per me ma anche per mia moglie e lo ricorderemo per tutta la nostra vita. Non mi era mai successo. Appena li ho visti ho voluto fermarmi a salutare e ringraziare tutti i tifosi che mi hanno aspettato e accolto davanti all’hotel. Sono voluto tornare in Europa soprattuto per provare a migliorare la squadra e fare meglio dello scorso anno”.

Su Mihajlovic: “Sei mesi fa abbiamo iniziato a parlare e ho parlato anche con il Mister. In quel momento il campionato cinese era sospeso per questioni covid e per rispetto della squadra ho fatto parlare mio fratello. Durante gli Europei ho avuto modo di parlare con Mihajlovic e mi ha dato delle ottimme sesnsazioni che mi hanno convinto ancora di più”.

Sul Bologna: “Ho guardato diverse partite della squadra nonostante il jet leg, controllavo sempre i risultati e guardavo gli highights. Mi piace molto l’approccio e il gioco della squadra ma ora dobbiamo guardare al futuro. So che qui ci può essere tanta pressione ma sono abituato a gestirla. Una squadra è formata da tanti giocatori e non dipenderà solo da me. Non possiamo dire di essere da Europa ora ma possiamo lavorare per raggiungere tutti i nostri obiettivi. Quando ero in Germania non ero concentrato, come a Milano. Il cambiamento è avvenuto in Inghilterra dove ho dimostrato tanto e ho giocato sia attaccante che ala. Ho fatto tanti gol e ho dimostrato il mio reale valore. Non amo molto i proclami e preferisco dimostrare il mio valore sul campo come ho promesso al Presidente e al Club”.

Sugli attaccanti della Serie A: “Cristiano, Ibrahimovic, Lukaku, Immobile sono dei grandissimi attaccanti. Gli auguro buona fortuna per la stagione ma io penso solo a me stesso e al Bologna”.

Articoli correlati