Brescia, Gastaldello tuona: “Finire la Serie A è una forzatura”

141

brescia logo

Le parole del difensore centrale del Brescia nel corso di un’intervista rilasciata ai microfoni di Radio Anch’io Sport.

BRESCIA – Daniele Gastaldello, difensore del Brescia, ha rilasciato un’intervista al Corriere dello Sport. Queste le sue parole: “Io resto della mia idea: sono contrario alla ripartenza. Finire il campionato è una forzatura. Giocare alle 16.30 in estate poi è una cosa scandalosa, non è fattibile. Si va incontro a dei rischi per l’incolumità dei calciatori. Play off? Non sono d’accordo perché in questo modo si andrebbe a modificare il regolamento. Gli altri sport si sono fermati e noi rischiamo non solo di rovinare questo campionato ma anche il prossimo e ricordo che al termine del prossimo campionato ci saranno anche gli Europei. Siamo fermi da 2 mesi ed è diverso dall’estate, quando ci fermiamo per un mese, ora si rischiano infortuni importanti”.

Gastaldello ha, poi, aggiunto: “In Italia non si percepisce quanto accaduto in Lombardia. Qui è morta tanta gente. Le persone mi chiedono perché si pensi a riprendere a giocare e li capisco, hanno perso persone care. Io dico che bisogna fermarsi, poi c’è tutto il tempo per decidere la soluzione migliore. Se noi siamo ultimi in classifica è giusto che retrocediamo. Il calcio deve ritornare a essere una passione per tutti. Vedo però che dai giocatori la passione sta passando visto che ci sono altri interessi”.

Articoli correlati