Calaiò: “Con la Juve stessa cattiveria ed intensità di Catania”

Emanuele Calaiò si gusta il buon punto ottenuto a Catania anche se non nasconde, un pizzico di amarezza per non aver ottenuto i tre punti. Una prestazione collettiva ed individuale che piace all’attaccante bianconero che nel prossimo turno sfiderà la Juventus:

“A Catania abbiamo giocato una buona partita, sfidando il grande caldo e un avversario molto ostico. Forse con un pò più di gambe e lucidità potevamo sfruttare meglio qualche occasione da rete, ma risultato e prestazione sono da considerare positivi. A livello personale sono contento, ho corso tutta la partita e penso di aver contribuito come tutti alla prestazione della squadra. Sono dispiaciuto per quella palla che mi è capitata a inizio partita, però mi ha anche dato fastidio che si sia parlato tanto di errori clamorosi sotto porta: magari si poteva fare meglio, però anche gli attaccanti hanno contribuito al raggiungimento del risultato, per esempio portando il primo pressing su Almiron. Come sempre, sono convinto che si vince e si perde tutti insieme. Con la Juventus dovremo affrontare la gara con la stessa cattiveria e intensità di Catania, consapevoli di giocare contro una grande del campionato. Non dovremo avere paura, perché se sulla carta sembra una partita facile per la Juve, poi è sempre il rettangolo di gioco che parla e a volte ci scappa la sorpresa”.