Calcio Burundi: notizie sul campionato

100

calcio burundi

Campionato di calcio del Burundi, aggiornamenti dalle competizioni presenti. La storia della Amstel Ligue con le squadre più importanti, aneddoti e curiosità

La Federazione calcistica del Burundi fu istituita nel 1948, nonostante ciò per il primo campionato ufficiale per club si è dovuto attendere il 1962, anno in cui lo stato africano del Burundi raggiunse l’indipendenza dal Belgio. Furono ammessi sedici club, i quali nel corso della stagione disputavano trenta turni divisi tra i quindici dell’andata e i quindici del ritorno. Il campionato maggiore è conosciuto come Burundi Premier League o Amstel Ligue.

Il Paese è stato coinvolto in sanguinose guerre civili che hanno comportato sospensioni del campionato di calcio, come nel 1972 quando il gruppo etnico dei Tutsi perpetrò il genocidio di quello degli Hutu o anche per la guerra civile del 1993, nata inseguito all’assassinio del primo presidente liberamente eletto Melchior Ndadaye. Il 1972 è stato anche l’anno in cui la federazione si è affiliata a CAF e FIFA, iniziando quindi ad essere compresa nelle manifestazioni africane e mondiali.

La squadra che ha vinto più volte il campionato è il Vital’O, aggiudicandoselo in venti occasioni, seguono ben distanziati l’Inter Football Club a nove, il Maniema a sette, l’Inter Star a quattro, l’Atletico Olimpique, Prince Louis, Stella Matutina, LLB Academic , Le Messanger a due e Flambeau de l’Est, Burundi Sport Dynamic, Muzinga, Espoir, e Aigle Noir con un solo trionfo.

Il campionato, giunto alla sua cinquantaseiesima edizione, si disputa solitamente da agosto all’aprile dell’anno successivo. Ha subito delle modifiche nel numero dei partecipanti, che ad esempio nel 2009 passò da sedici a dodici, ma si tornò in seguito al precedente numero di partecipanti, mantenuto anche attualmente. Delle sedici squadre solo la prima viene ammessa alla CAF Champions League, mentre la retrocessione nella lega inferiore riguarda le ultime tre classificate.

Quando nel corso del 2020 l’epidemia del Covid ha sospeso quasi tutti i campionati calcistici nazionali, quello del Burundi è stato uno dei pochi a proseguire, ma dopo le polemiche e i primi casi di contagio hanno dovuto interrompere a inizio aprile, riuscendo a riprendere a fine maggio e concludendo l’ultimo turno il 24 giugno.  Parallelamente al campionato viene disputata la Coppa nazionale del Burundi, la cui squadra vincitrice viene ammessa alla successiva CAF Confederation Cup, considerata l’Europa League africana essendo la seconda competizione per importanza dietro la CAF Champions League.

Articoli correlati