Campagna contro la pirateria durante la 1° e 2° giornata di Serie A

66

pirateria land

In occasione delle prime due giornata di campionato della Serie A TIM 2022/2023 sarà promossa su tutti i campi la campagna di Lega Serie A contro la pirateria audiovisiva

MILANO – Prosegue senza sosta la battaglia della Lega Serie A contro la pirateria audiovisiva, un fenomeno criminale che soltanto nell’ultimo anno ha sottratto un fatturato di 1,7 miliardi di euro a tutti i settori economici italiani.

  • 315 milioni la stima complessiva degli atti di pirateria tra la popolazione adulta
  • 716 milioni di euro il danno potenziale sull’economia italiana i termini di PIL
  • 9.400 la stima potenziale dei posti di lavoro a rischio
  • 51% l’incidenza complessiva tra gli under 15

(Indagine FAPAV/Ipsos del 2021)

Ogni azione di contrasto e deterrenza è importantissima di fronte ad un fenomeno drammatico che drena risorse fuori dal sistema calcio.

Per contrastare lo streaming illegale di contenuti sportivi e sensibilizzare l’utente finale sui rischi connessi, in occasione della 1ª e 2ª Giornata della Serie A TIM 2022/2023, la Lega Serie A promuoverà la propria campagna #STOPIRACY – La pirateria uccide il calcio, trasmettendo sui maxischermi degli stadi il video spot dell’iniziativa, mentre una grafica televisiva dedicata andrà in onda al momento del sorteggio del campo tra i due Capitani.

“In Italia purtroppo è ancora diffuso il pensiero che vedere le partite rubando le immagini sia una furbata e non un reato che danneggia il sistema calcio e tutto il Paese, sottraendo ingenti risorse e causando la perdita di quasi 10mila posti di lavoro. La pirateria uccide il calcio non è un semplice slogan, ma un richiamo serio a tutte le coscienze di chi ama il calcio”, ha dichiarato l’Amministratore Delegato della Lega Serie A, Luigi De Siervo.