Campionato italiano Lead ad Arco di Trento l’8 e 9 ottobre

51

laura rogora

Presenti i top azzurri in questa specialità di questo sport: Laura Rogora, Micha Piccolruaz, Alessia Mabboni, Giovanni Placci, Filip Schenk, Nicolò Sartirana e Savina Nicelli

ARCO DI TRENTO – Dopo aver applaudito nella capitale la coppia Fiamme Oro, Camilla Moroni e Filip Schenk, sul gradino al top del podio del campionato italiano Boulder, nel prossimo week end al centro federale del climbing azzurro ad Arco di Trento, torneranno in gara i migliori arrampicatori italiani sotto la Roccia del Castello di Arco. C’è infatti il Campionato Italiano nella specialità Lead (quella dove si scala con corda, imbragatura e rinvii) in programma sabato 8 e domenica 9 ottobre. Pronti a moschettonare sulle vie verso i top concorrono in 92 atleti, 44 ragazze e 48 ragazzi, appartenenti a 49 società sportive sparse lungo lo stivale, che saliranno in parete sabato pomeriggio dalle 14 alle 18 per le qualificazioni, su vie maschili e femminili in contemporanea per categoria.

Oltre ai due neocampioni d’Italia, nel boulder, tra i pretendenti al titolo, di sicuro faranno valersi i due azzurri Giovanni Placci (Carchidio Strocchi Faenza) ed Alessia Mabboni (Crazy Center Prato) freschi vincitori nella specialità della Coppa Italia Assoluta. Con loro anche Nicolò Sartirana della Climbers Triuzzo e Savina Nicelli della Macaco Piacenza, i due climbers vincitori a Bergamo dell’ultima prova stagionale di Coppa Italia Lead. E chissà mai, se, pur a fine di una stagione lunghissima, ricca di impegni, se atleti del calibro di Laura Rogora o Michael Piccolruaz, ossia due dei tre alfieri azzurri alle ultime Olimpiadi di Tokyo, non possano da par loro “prendere” la via del successo. Proprio ad Arco di Trento sulla famosissima “onda” del muro di casa, quello presente nel Centro Fasi, la romana Laura Rogora in giugno aveva vinto tappa italiana in Coppa Europa.

Filtri e passaggi in successione entreranno nel vivo poi nella giornata di domenica, quando in mattinata, sempre in contemporanea m/f, dalle 11 alle 13,30 andranno in scena le semifinali ambosessi, con vie “a vista” a 6 min. di tempo in diretta on line sul canale federale https://youtu.be/uj-83vCKH20

Le due ore decisive saranno in presa diretta e in onda in streaming sui canali youtube https://youtu.be/r_JXfDzc1Sk della Federazione tra le 16,30 e le 18,30 di domenica 9 ottobre 2022, quando le ascese delle finali, sempre con 6 minuti al massimo per via, decreteranno il podio tricolore e i campioni italiani Lead.

Compiranno 14 anni a fine dicembre ma sono pronti a scalare i più piccolini del circuito Lead: Giovanni Bagnoli della Crazy Center Prato e Caterina Werndorfer della Synergika Genova, due tra gli 11 ragazzi del 2008, in gara ad Arco e che fanno tanto ben sperare il movimento del climbing azzurro.