Coppa Italia, Milan e Juventus: tutto in una notte

195

Presentazione della partita a poche ore dall’inizio della finale di Coppa Italia tra il Milan di Brocchi e la Juventus di Allegri.

Coppa Italia, Milan e Juventus: tutto in una notte

ROMA – Tutto in una notte. Tra poche ore Milan e Juventus si sfideranno all’ “Olimpico” per finale di Coppa Italia, quarto confronto tra le due squadre nell’atto finale della competizione. Il Milan si gioca la stagione mentre la Juventus giocherà per la storia e per portare a casa un altro trofeo.

Le due squadre si presentano all’appuntamento con stati d’animo completamente opposti. I bianconeri hanno appena festeggiato il quinto scudetto consecutivo e sono a caccia dell’impresa: infatti vincendo la coppa, la Juve diventerebbe la prima squadra in Italia a vincere per due anni di fila campionato e Coppa Italia. Il Milan, dal canto suo, è reduce da un disastroso finale di stagione che lo ha visto scivolare al settimo posto in classifica, fuori dall’Europa. L’unica soluzione per accedere almeno ai preliminari di Europa League è quella di battere la Juventus questa sera. Per quanto riguarda i numeri, la Juventus ha già vinto dieci volte questa competizione, mentre il Milan cinque ( l’ultima nel 2003). Previsti 70mila spettatori all’ “Olimpico”.

Diverso anche il cammino delle due squadre. Il Milan ha eliminato le abbordabili Perugia, Crotone, Samp, Carpi e Alessandria. La Juventus Torino, Lazio e Inter. Come detto prima, questo sarà il quarto incrocio in finale tra Juventus e Milan. Nei precedenti si contano due vittorie dei bianconeri (4-1 nel 1941-42 dopo l’1-1 dell’ andata e 1-0 nel 1990 dopo lo 0-0 dell’andata). L’unico successo del Milan risale al 1 Luglio 1973 dove la squadra di Rocco si impose per 6-3 ai rigori dopo l’1-1 dei tempi regolamentari.

Le probabili formazioni

Milan (4-3-3): Donnarumma; Calabria, Zapata, Romagnoli, De Sciglio, Kucka, Montolivo, Poli, Honda, Bacca, Bonaventura. All. Brocchi

Juventus (3-5-2): Neto; Rugani, Barzagli, Chiellini, Lichtesteiner, Lemina, Hernanes, Pogba, Evra, Dybala, Mandzukic. All. Allegri

Articoli correlati