Corvia stende il Catania

Seconda vittoria per il Lecce di mister De Canio che al “Via del Mare” ha la meglio sul Catania di Giampaolo raggiungendolo in classifica a quota 8. De Canio conferma Fabiano al fianco di Ferrario al centro della difesa con Rispoli sull’ out di destra; nella zona nevralgica Vives prende il posto di Giacomazzi in cabina di regia supportato da Grossmuller e Olivera, mentre in attacco fiducia a Corvia (a segno nel match precedente di Palermo) supportato da Jeda e dall’ argentino Piatti.

Nel Catania, Giampaolo rinuncia inizialmente a Pablo Ledesma presentando una squadra con più qualità, con Mascara e l’ ex Rimini Ricchiuti alle spalle del temutissimo Maxi Lopez. Pronti via e occasione clamorosa per gli ospiti; in sospetto fuorigioco Mascara supera la linea difensiva salentina, mette al centro dove Maxi Lopez si mangia una colossale occasione calciando addosso al portiere.

Dopo pochi minuti si fa vivo il Lecce ma la conclusione di Olivera è centrale e Andujar blocca senza problemi. Al minuto 33’ sono ancora pericolosissimi gli ospiti; leggerezza di Fabiano che, anziché seguire M. Lopez, protesta con l’ arbitro; l’ attaccante etneo indisturbato  supera Rosati in uscita ma è provvidenziale proprio Fabiano che salva sulla linea.

Come spesso succede nel calcio gol mancato – gol subito:

Minuto 36’, azione di Piatti al limite dell’ area che con la punta del piede serve Olivera sulla sinistra, cross a rientrare deviato da un avversario e zampata di Corvia che insacca da due passi per il vantaggio Leccese.

Nella ripresa il Catania si presenta con Ledesma al posto di Carboni. Il Lecce mira al sodo, annullando le fonti di gioco catanesi lasciando impostare i difensori ospiti. Uno dei pochi pericoli arriva proprio da un rinvio di Andujar ma Mascara spreca.

Col passare dei minuti gli ospiti avanzano il baricentro, Giampaolo inserisce anche Gomez e Antenucci, tanto inseguiti dal Lecce in estate, ma la pressione si riduce solo a una serie di calci d’ angolo e qualche mischia in area.

De Canio rafforza la fase difensiva inserendo prima il mediano Coppola e poi Gustavo. Il Lecce resiste fino al 94mo e porta a casa 3 importantissimi punti.

Dal nostro punto di vista, meglio giocare così e portare a casa la vittoria; le ultime prestazioni erano state convincenti sul piano del gioco e delle occasioni create ma alla fine in saccoccia erano rimasti solo due miseri punticini. Questa vittoria porta i Salentini in una zona di classifica più tranquilla e permetterà ai ragazzi di affrontare i prossimi impegni con un pizzico in più di serenità.

Ora trasferta difficilissima a Torino contro la Juventus; impegno da affrontare con umiltà, agonismo, rispetto per l’ avversario e tanta tanta grinta; quella grinta che è stata così determinante quest’ oggi.

[Paolo Cisternino – Calciomagazine.net]