Tutti in campo: date aggiornate del ritorno dei campionati europei

113

Liga

Dal Kosovo che rivede oggi il proprio campionato alla Finlandia che dovrà attendere il primo luglio

Con il via libera dei vari governi al calcio proviamo adesso a fare una panoramica dei maggiori campionati continentali con le date di ritorno. Fatta eccezione per Gibilterra, Lussemburgo, Belgio, Olanda e Francia, sospesi dalle autorità partiamo con il nord: in Islanda il campionato aprirà i battenti il 13 giugno con il match alle 22,00 tra Valur e il KR Reykjavik. In Svezia il campionato partirà il 14 giugno alle ore 19 con tutte le partite in contemporanea. Due giorni più tardi, invece, sarà il D-day per la Norvegia che il 16 giugno vedrà la ripartenza del proprio campionato con il turno infrasettimanale. Ancora tanto, invece, il pubblico finlandese dovrà aspettare il ritorno al calcio giocato, infatti le autorità hanno provveduto a far slittare l’inizio del campionato al primo luglio.

In Inghilterra il campionato riprenderà come già stabilito dal Board inglese il 17 giugno con gli anticipi Aston Villa contro Sheffield Utd e Manchester City contro Arsenal. Se è vero che la Premier League riparte invece Scozia, Galles e Irlanda del Nord hanno decretato la fine dei campionati. In Irlanda invece sciolti gli ultimi nodi che l’hanno messo a rischio il campionato riprenderà il 26 giugno. In Russia la rassegna calcistica riprenderà il 21 giugno con otto turni da finire.

La Romania, invece che ha finito la Regular Seasons, riprenderà il campionato il prossimo 3 giugno con i playout. Nel Baltico dopo l’Estonia oggi 30 maggio riapre il campionato di Lituania e la Lettonia dovrà attendere solo il 14 giugno. Seguendo le orme della Serie A italiana anche la Svizzera riprenderà il campionato il 20 giugno con la 24ma giornata. Se la Repubblica Ceca è ritornata agli agoni calcistici i vecchi fratelli slovacchi lo faranno il 3 giugno. L’Austria dovrà aspettare poco perché martedì 2 giugno riaprirà i battenti al calcio giocato con la 23ma giornata. Con il derby tra Betis e Siviglia il 13 giugno anche il campionato iberico dopo lunghi e travagliati sconvolgimenti vedrà la sua marcia trionfale verso un pallido ritorno alla normalità.

I cugini portoghesi, invece, non dovranno aspettare troppo e con il turno infrasettimanale del 3 giugno rivedranno il terreno erboso ancora una volta con la 25ma giornata. Passando ai Balcani in Slovenia e in Croazia il campionato riprenderà il 5 giugno, mentre in Albania il calcio rivedrà il suo inizio il 3 giugno con il turno infrasettimanale. Il campionato del Kosovo riprenderà oggi 30 maggio.

Per concludere questa carrellata la Grecia, che invece riprenderà il suo percorso il 6 giugno con i Playout. Tra i tanti campionati che devono ancora iniziare ci sono altrettanti che hanno già udito il fischio d’inizio: Far Oer, Germania, Danimarca, Ungheria, Polonia, Estonia, Repubblica Ceca e Serbia hanno fatto già il loro ingresso in campo verso una normalità tanto auspicata. Ma il vero giudice per questi campionati sarà il Coronavirus; infatti se è vero che molti sono ripartiti il sopraggiungere di contagi potrà diventare la pietra tombale della stagione.

Programma in ordine temporale

  • 30 maggio: A Lyga di Lituania, Super Liga del Kosovo
  • 2 giugno: Tipico Bundesliga in Austria
  • 3 giugno: Primeira Liga in Portogallo, Super League in Albania, Liga 1 della Romania, Fortuna Liga Slovacchia
  • 5 giugno: Prva Liga della Slovenia e HNL di Croazia
  • 6 giugno: Souper Ligka in Grecia
  • 13 giugno: Liga in Spagna e Pepsideild in Islanda
  • 14 giugno: Allsvenskan in Svezia, Optibet Virsliga in Lettronia
  • 16 giugno: Eliteserien in Norvegia
  • 17 giugno: Premier League in Inghilterra
  • 20 giugno: Super League in Svizzera e Serie A Italia
  • 26 giugno: Premier Division in Irlanda
  • 1 luglio: Veikkausliiga in Finlandia

Articoli correlati