Eto’o declina l’offerta milionaria? Intanto Tevez si avvicina e aspetta…

Quando si dice, i soldi non sono tutto. Secondo le ultime indiscrezioni sembra essere questo il clima che si respira intorno a quella che si può definire la notizia del giorno, ovvero l’arrivo a Milano dei russi dell’Anzhi. L’offerta avanzata dal presidente Suleiman Kerimov, 36esimo uomo più ricco del mondo, è di quelle definite “folli”: 20 milioni, forse oltre, di euro a stagione al calciatore per accettare di giocare nella squadra russa. Come vincere una lotteria. Ma, come abbiamo ricordato già oggi, già tempo fa Eto’o dichiarò che non si sarebbe fatto guidare dai soldi nella firma dell’ultimo contratto della sua vita, non che questo sia l’ultimo, ma di sicuro Samuel non ha bisogno di denaro.

La notizia è che Eto’o ha incontrato di nuovo Moratti nel pomeriggio. Con il Presidente ha fatto il punto della situazione e forse ha espresso la sua volontà. Poi il camerunese è stato a cena a Milano, vicino all’Hotel dove si è svolto l’incontro tra i due club. Eto’o sta ancora decidendo cosa fare del suo futuro e darà una risposta definitiva domani. Lo stipendio dell’Inter non è esattamente composto da pochi spiccioli, sarà anche la metà di quelli offerti da Kerimov, ma in questo momento lui ha bisogno di successi, fama e giocare in una grande squadra. Considerazioni che pare abbiano convinto il camerunese a declinare la ricca offerta.

E l’Inter che fa? Contrariamente all’ingaggio offerto ad Eto’o, all’nter la proposta pare in prospettiva molto più bassa: “solo” 30 milioni di euro per prendere l’attaccante, quasi una beffa considerato che in due anni Eto’o guadagnerebbe più di quanto incasserebbe Moratti per privarsi della sua punta principe. Ma c’è un aspetto che fa riflettere: sempre oggi a Milano si è visto il procuratore di Tevez, Kia Joorabchian, che ha partecipato a un summit di mercato con Branca e Moratti, oltre a Claudio Vigorelli, portavoce di Eto’o, e gli emissari russi. Dopo l’incontro, si è svolta una cena a Milano con gli intermediari, gli emissari russi, Joorabchian (proprietario del fondo di Tevez) e Adrian Ruocco (vero agente dell’argentino). Che l’Inter si stia già tutelando in caso di partenza di Eto’o? Tevez potrebbe essere il sostituto ideale, ma ovviamente la speranza di tutti i tifosi è che Moratti non si privi di un calciatore fondamentale come Samuel, tanto più a 30 milioni. Insomma, come si diceva, i soldi non sono tutto…

[Domenico Fabbricini – Fonte: www.fcinternews.it]