Euro 2016, la Germania vince ma non brilla: 2-0 all’Ucraina

332

I Tedeschi battono a fatica l’Ucraina, a Lille, per 2-0 grazie alle reti di Mustafi al 19′ e Schweinsteiger al 93′

LILLE – La Germania vince ma non brilla. Nella seconda partita valida per il gruppo C di Euro 2016, i Tedeschi battono l’Ucraina 2-0 con il minimo sforzo. Ad aprire le marcature ci pensa Mustafi al 19′ con un colpo di testa. Qui la Germania si spegna e sale in cattedra l’Ucraina che sfiora il gol in un paio di occasioni. Nella ripresa ritmi da amichevole estiva con la Germania che controlla e raddoppia al 92′ con il tap-in in controbalzo del neo-entrato Schweinsteiger. 

La gara

Quello della Germania è un 4-2-3-1 molto offensivo, con il trio alle spalle di Goetze composto da Draxler, Ozil e Muller. A centrocampo Khedira affianca  Kroos, mentre la coppia centrale di difesa è composta da Mustafi e Boateng. 4-2-3-1 anche per l’Ucraina di Mykhaylo Fomenko. In avanti  Zozulya l’unico punto di riferimento, con Konoplyanka, Kovalenko e Yarmolenko alle sue spalle. Chiavi del centrocampo tra le mani di Stepanenko con Sydorchuk al suo fianco. In difesa, infine, la linea a quattro avanti a Pyatov formata da Fedetsky, Rakitsky, Khacheridi e Shevchuk.

Al 6′ buona occasione per l’Ucraina, con Fedetsky che recupera la sfera in zona d’attacco e premia centralmente l’incursione di Konoplyanka: il suo tiro di prima intenzione, però, trova la grandissima risposta di Neuer. Al 13′ risponde la Germania: cross perfetto dalla sinistra di Ozil, che pesca sul secondo palo Muller: l’attaccante del Bayern fa da sponda per Hector, il quale in girata svirgola. E’ il preludio al gol perchè al 19′ la Germania passa: calcio di punizione battuto benissimo da Kroos, che pesca in area di rigore tutto solo Mustafi: di testa, l’ex Sampdoria, trafigge Neuer. Ingenuo Sydorchuk, troppo leggero in marcatura, 1-0. Non si smonta l’Ucraina che al 27′ sfiora il pari: colpo di testa da posizione ravvicinata di Khacheridi, ma strepitosa risposta di Neuer, che mette in evidenza tutti i suoi riflessi. Al 30′ Germania ad un passo dal raddoppio: inserimento intelligente e perfetto di Khedira, che addomestica la sfera in area, ma si fa neutralizzare la conclusione da Pyatov. Al 37′ Ucraina ad un passo dal pari ma c’è il salvataggio strepitoso di Boateng, che toglie praticamente dalla porta il pallone calciato da Konoplyanka.

Parte meglio la Germania nella ripresa, al 49′ ottima sventagliata di Boateng sulla sinistra per Draxler, che si accentra e prova il tiro: si distende Pyatov, che con i pugni allontana. Al 52′ fitta rete di passaggi della Germania interrotta dalla conclusione dalla distanza di Kroos: la sfera, però, termina di poco alta sulla traversa. Al 58′ riecco l’Ucraina: ci prova direttamente da fermo e dalla distanza Rakitsky: c’è, però, Neuer, che si distende e devia la sfera. Al 610 si rifa avanti la Germania: conclusione dalla distanza di Khedira, che cerca di sorprendere Pyatov sul palo più lontano: l’estremo difensore ucraino, però, vola e devia con i pugni. Al 66′ fuori Zozulya per Seleznyov. Al 73′ seconda sostituzione per l’Ucraina: fuori Kovalenko, dentro Zinchenko. Al 76′ contropiede rapido dei tedeschi, con Goetze che scarica centralmente per Muller: la sua conclusione potente e rasoterra viene deviata in calcio d’angolo da Pyatov. Al 77′ Schurrle per Draxler nella Germania. All’ 87′ Germania vicina al raddoppio:gran pallone di Goetze per Ozil che, a tu per tu con Pyatov, si lascia ipnotizzare dall’estremo difensore ucraino. Passa un minuto e pasticcio Neuer-Mustafi sul rilancio di Pyatov: provvidenziale la chiusura di Boateng, che salva il punteggio. Sulle ali dell’entusiasmo ci prova ancora l’Ucraina, al 89′ penetra in area di rigore Konoplyanka, che lascia sul posto Hector e prova la conclusione sul primo palo. Ottimo l’intervento in uscita di Neuer. Al 90′  fuori Goetze, dentro Schweinsteiger. L’ex centrocampista del Bayern impiega due minuti per diventare protagonista del match:contropiede letale della Germania, con Ozil che si accentra dalla sinistra e trova sul secondo palo Schweinsteiger che fa 2-0 e chiude la partita.

Articoli correlati