La FIFA cambia il calcio internazionale: ecco tutte le novità previste

101

La Pandemia costringerà la FIFA a riprogrammare la stagione internazionale a cominciare dalla Champions League, di seguito tutte le novità.

ZURIGO – Gianni Infantino ha già avvisato tutti attraverso un’intervista rilasciata alla Gazzetta dello Sport: “Ripartire a maggio? Prima la salute, poi tutto il resto. Per i dirigenti significa sperare il meglio ma prepararsi anche al peggio. Ora pensiamo al calendario delle Nazionali. Il calcio rischia la recessione ma guardiamo alle opportunità: possiamo forse riformarlo. Meno tornei ma più interessanti. Meno squadre ma più equilibrate. Quantifichiamo i danni, vediamo come coprirli, facciamo sacrifici e ripartiamo” Già, perché la FIFA sarà costretta a cambiare il calendario internazionale del calcio almeno fino ai Mondiali 2022 a causa della Pandemia legata al COVID-19.

Secondo la Gazzetta, infatti, il nuovo Mondiale per Club si giocherà ogni quattro anni, a partire dal 2021 (manca l’ufficialità), nella seconda metà di luglio, e parteciperanno 24 squadre, di cui 8 europee con le vincenti delle ultime 4 Champions League ed Europa League. La nuova competizione potrebbe rappresentare uno snodo economico cruciale per il calcio secondo lo stesso Infantino: “Non il mio sogno, ma un torneo FIFA per sviluppare il calcio di club mondiale, voluto da tutti i club, compresi i top europei. Quando l’UEFA creò la Champions, trentanni fa, ci fu l’insurrezione di federazioni e leghe: avevano paura della novità. Ora si dice che è stata una genialata. Siamo di fronte a paure simili e inutili: tutti avranno benefici. Vediamo cosa diranno tra trentanni. Presto decideremo se giocare la prima edizione nel 2021, nel ’22 o al massimo nel ’23”.

Per quanto concerne la Nations League, l’idea è quella di far giocare le stesse 10 partite di qualificazioni, gruppi di Nations e residue amichevoli in soli tre periodi (a marzo 3 partite, a settembre altre 3, tra fine ottobre e inizio novembre 4), cancellando giugno. Non è tutto visto che la FIFA sta studiando altre opzioni per modificare il calcio internazionali. Queste le principali novità racchiuse in cinque punti:

  • 1) ridurre i campionati a 18 squadre
  • 2) non pensare a una Champions oltre le 17 partite;
  • 3) ridurre qualche play-off tra nazionali
  • 4) non ingrandire più Europei (24 finaliste) e Mondiali (48)
  • 5) non inventarne nuovi

Articoli correlati