Juric: “Da mercoledì si torna al calcio che voglio io”

594

FIRENZE – Nell’immediato dopo partita di Fiorentina-Genoa l’allenatore rossoblù, Ivan Juric è intervenuto in conferenza stampa.

L’inserimento dei nuovi

Il tecnico ha dichiarato che dalla partita di oggi ha ricevuto segnali positivi per il gruppo. E che ora il suo obiettivo principale è quello di creare nuovamente un gruppo come quello che aveva fatto tanto bene nel girone di andata. Il Genoa ne viene da un mese pesante in cui si è dovuto fare un grosso lavoro per inserire tanti giocatori, più o meno giovani. Perché il problema del mercato è proprio quello. Inserire quelli che arrivano oltre a sostituire quelli che vanno via.

Un periodo reso ancora più difficile dal fatto che l’inserimento si é reso necessario in corsa. Ora, con la chiusura del mercato si girerà pagine, con un organico definitiva. Juric spera che in questi ultimi due giorni di mercato la società faccia il massimo per avere una squadra valida competitiva. E ha detto con sollievo che da mercoledì vuole ricominciare con il calcio che intende lui.

Il sostegno psicologico

Il tecnico croato ha confessato di aver capito l’importanza di lavorare con un gruppo di venti uomini. E il ruolo protettivo che deve assumere ogni giorno nei confronti di tutti loro in quanto allenatore. Ha ammesso che deve anche imparare a tutelare un pò più se stesso

I  nuovi arrivati

Oggi ha esordito in maglia rossoblù Adel Taarabt. Di lui Juric ha dichiarato che per ora abbia nelle gambe solo un tempo. E crede che oggi lo abbiano visto tutti. Ha voluto mandarlo in campo quasi mosso dalla disperazione. Nonostante tutto la prestazione del giocatore è stata positiva. Di Hiljemark (autore del secondo gol, ndr) ha invece detto che è un giocatore dalle grandi doti, con un buon possesso palla “Col tempo migliorerà”, le parole dell’allenatore.