Fiorentina, Rodriguez: “Mi basterebbe ripercorrere la metà della carriera di Passarella”

82

logo-fiorentinaEcco le parole di Gonzalo Rodriguez rilasciate nell’intervista esclusiva a Radio Sportiva:

“Fa piacere segnare tanti gol, ma prima devo pensare a difendere e a non far prendere gol dal mio portiere. Passarella ha segnato tanto con la maglia viola, ma lui per Firenze è un’altra storia. Mi basterebbe ripercorrere la metà della sua carriera, sarebbe quasi una mancanza di rispetto nei suoi confronti un paragone con lui. Nazionale? Sicuramente voglio tornarci, devo pensare a far bene con la Fiorentina, poi se arriverà la possibilità di tornare a vestire la maglia albiceleste meglio. Gli oriundi? Non avrei giocato per altre nazioni al di fuori dell’Argentina, non mi è mai passato per la testa, ogni giocatore però ha i suoi pensieri. Mi sento argentino, ma chi vive da tanto in una nazione è giusto che senta la possibilità di poterla rappresentare.

Voglio giocare in Argentina negli ultimi anni della mia carriera, però non si sa mai cosa succede nel calcio. Per ora sto bene a Firenze. Ho affrontato tanti attaccanti forti: Cavani, Higuain, tantissimi altri di livello mondiale. Tevez lo conosco fin da bambino, ci ho giocato insieme anche nelle nazionali giovanili, non mi sorprende il suo rendimento. Cuadrado e Salah sono giocatori diversi, non si possono paragonare, sono entrambi molto bravi. Per la corsa Champions, la Lazio è molto forte, sta facendo benissimo e gioca solo una competizione. Anche la Roma resta molto temibile, la Samp sta facendo benissimo, siamo in quattro-cinque squadre a poter competere. Europa League? Inutile nascondersi, la Fiorentina è una candidata forte, ma vedo anche grandi squadre importanti come Wolfsburg o Napoli. Intanto iniziamo con la Dinamo Kiev, per noi sarà come giocare una finale”.

[Redazione Viola News – Fonte: www.violanews.com]

Articoli correlati