Garcia: “Ho voglia di rimanere a lungo a Roma”

logo-romaROMA – Al termine dell’anticipo di campionato tra Roma e Chievo Verona è intervenuto in conferenza stampa il tecnico giallorosso, Rudi Garçia. Queste le due dichiarazioni: “Nessun errore? La strategia era iniziare forte, l’abbiamo fatto. Abbiamo segnato 3 gol con 3 attaccanti, questa è una bella risposta dei giocatori che hanno segnato. Poi c’è l’intelligenza sul fatto di gestire il risultato e preparare nel migliore dei modi la piccola gara che avremo martedì (ride, ndr). Se ho voglia di rimanere a lungo a Roma? Già ho risposto. Sto benissimo, il mio obiettivo è di vincere e finché è quello della società non ci saranno problemi, anche se so anche che non conta sempre la volontà dell’allenatore, a volte la società non vuole l’allenatore. Ho sempre la valigia pronta nel corridoio, ma sto benissimo qui. La risposta è sì. Totti e De Rossi dall’inizio? Era previsto così, questa gara non poteva iniziare senza il Capitano, era una gara importantissima. Mi è piaciuto l’atteggiamento di ogni giocatore, abbiamo visto 14 lupi questa sera. Dobbiamo essere così sabato prossimo e in ogni gara del campionato. Conferenza stampa per dare carica? Bisogna chiedere agli spettatori e alla Curva Sud. Questa sera abbiamo giocato senza Castan e Manolas e abbiamo visto una cerniera centrale di alto livello, senza Iturbe e Gervinho abbiamo visto un attacco di fuoco. Non sono solo parole dire che ogni giocatore è importante, lo hanno dimostrato Adem e Mattia. Perché non qualche minuto in più a Paredes e Uçan? Il problema del terzo cambio è che avevo alcuni giocatori sul filo, allora ho aspettato più tardi.

Questa squadra poi non perde mai la palla e non esce e il cambio è arrivato dopo. Come partiamo rispetto al Bayern Monaco? Siamo ovviamente outsider martedì, è più che normale. Affrontiamo uno dei più grandi club del mondo, dovremo stare al 120% e sperare che il Bayern sia al massimo al 70, ma faremo di tutto. Non vedo l’ora che sia martedì, sarà un Olimpico mai visto, di fuoco. Solo la Champions può portare questi momenti. Già l’ho detto per le prime due gare, dobbiamo giocare con fiducia e dopo vedremo. Dobbiamo dire la nostra. Convinto dello scudetto? Sarò convinto se sabato prossimo la squadra metterà lo stesso atteggiamento e lo farà in ogni gara, anche se è difficile. Dobbiamo farlo, perché la squadra ha dimostrato che ogni giocatore che entra fa in modo che il livello della Roma non cambia. Devo essere bravo a non far addormentare i giocatori quando le cose vanno bene, ma per martedì sono tranquillo. Loro saranno motivati al 100%, nessun problema. Se sarebbe un’ingiustizia non alzare un trofeo con questa qualità di gioco? Questa filosofia, questa convinzione ce l’ho da tanto. Meglio concentrarsi sul modo di giocare, è logico che giocando bene abbiamo più possibilità di vincere. Una delle grandi differenze a Roma è che i giocatori sono forti, abbiamo costruito una rosa ampia per giocare ogni tre giorni e rispondere a un po’ di sfortuna che è già arrivata. Andiamo avanti così, quando i giocatori prendono piacere a giocare così ha piacere anche la gente”.

[Redazione Roma Giallorossa – Fonte: www.vocegiallorossa.it]