Genoa: il discorso “programmatico” del presidente e le sue carte coperte sul mercato

Miei cari amici genoani da Boccadasse al Mato Grosso, il Grifone è volato oggi per il nido estivo di Neustift. Ieri c’è stato l’importante discorso “programmatico” di Enrico Preziosi che ha presentato il nuovo tecnico Alberto Malesani. Il presidente ha mostrato la consueta abilità nel tenere le carte coperte per il calciomercato, alla stessa stregua del segreto industriale adottato per i prodotti della sua Giochi Preziosi. Dalle sue dichiarazioni emerge la necessità di un nuovo portiere, nonostante “l’onore delle armi” reso a Eduardo, e un attaccante centrale di peso.

E’ probabile anche che voglia attendere le indicazioni tecniche provenienti dal ritiro e prendere decisioni sui giocatori assieme all’allenatore. In conferenza ha parlato di Amauri, ma dubito che voglia prendere il trentunenne attaccante della Juventus, a meno di un’improvvisa penuria di scelte. Anche Floccari non sembra una scelta presa in modo definitivo: il presidente ha ricordato «che ci devono essere le giuste condizioni economiche», com’è giusto che sia, da parte del suo collega della Lazio Claudio Lotito. Così come ritengo che non abbia intenzione di effettuare lo scambio Eduardo/Urreta col Benfica: l’esterno della squadra portoghese, pur potendo giocare sulla fascia destra e su quella sinistra, non possiede quelle contemporanee qualità difensive/offensive che sono richieste dal gioco di Malesani.

Se proprio si dovesse effettuare uno scambio col club di Lisbona, preferirei avere il paraguaiano Cardozo, punta di peso anche se un po’ discontinua. A proposito di Paraguay, la nazionale sta giocando contro il Brasile nei quarti di finale della Copa America. I paraguaiani sono ben poco cosa in attacco senza Roque Santa Cruz. Forse potrebbe servire un “folletto” come lui al Genoa, in un trio composto da Palacio a destra e Zè Eduardo (come ha spiegato due mesi fa nella sua intervista esclusiva a Pianetagenoa1893.net) al centro. Santa Cruz saprebbe come aprire spazi per i compagni e far impazzire la difesa avversaria. Il costo di mercato del suo cartellino al Manchester City? Cinque milioni, prezzo abbordabile per le casse rossoblù.

Più difficile risulta la scelta di un portiere: i miei consigli per gli acquisti risultano essere più ardui, ma ci provo. I rumors di mercato riportano il ritorno di fiamma per Frey, non convocato dalla Fiorentina per il ritiro: ma il suo ingaggio si aggira sui 3 milioni, centesimo pù, centesimo meno. Difficile. Ricordate Sergio Romero, ventiquattrenne portiere dell’Argentina, corteggiato dal Genoa durante i mondiali del Sudafrica? Potrebbe essere ancora lui il possibile nuovo numero uno: nonostante l’eliminazione della sua nazionale alla Copa America, non ha sfigurato. Il prezzo del cartellino detenuto dall’Az Alkmaar? Sette milioni. Fattibile.

[Marco Liguori – Fonte: www.pianetagenoa1893.net]