Genoa-Milan 3-0, il tabellino e cronaca del match

939

Genoa-Milan risultato, tabellino e cronaca della partita

TABELLINO

RISULTATO FINALE: GENOA-MILAN 3-0 (primo tempo 1-0)

Genoa (3-4-3): Perin; Izzo, Burdisso, Munoz, Edinilson (dal 32′ st Fiamozzi); Rincon, Veloso, Laxalt; L. Rigoni, Simeone (dal 22′ st Pavoletti), Ninkovic (dall’8′ st Lazovic). A disposizione: Lamanna, Zima, Gentiletti, Orban, Brivio, Ntcham, Cofie, Pandev, Ocampos. Allenatore: Juric

Milan (4-3-3): Donnarumma; Poli, Paletta, Romagnoli, De Sciglio; Kucka, Locatelli, Bonaventura; Honda (dal 17′ st Luiz Adriano); Bacca (dal 12′ st Gomez), Niang (dal 25′ st Suso). A disposizione: Gabriel, Plizzari, Ely, Sosa, Abate, Pasalic, Lapadula. Allenatore: Montella

Arbitro: Banti

Assistenti: Di Fiore – Longo

IV Ufficiale: Meli

Addizionali: Mazzoleni – Fabbri

Reti: all’11’ pt Ninkovic, al 35′ st Kucka (autorete), al 40′ st Pavoletti

Ammoniti: Izzo, Pavoletti, Veloso

Espulso all’11’ st Paletta

Recupero: 1 minuto nel primo tempo, 3 minuti nella ripresa

Genoa-Milan
Genoa-Milan risultato, tabellino e cronaca della partita

GENOVA – Il turno infrasettimanale mette di fronte due tra le formazioni più dinamiche in questo scorcio di campionato. Il Genoa, reduce dalla sconfitta nel derby contro la Sampdoria, ha dimostrato di aver comunque “nelle gambe” il ritmo, mentre il Milan si è reso protagonista della tanto agognata “rinascita” che tifosi e soprattutto gli investitori cinesi che detengono il pacchetto azionario di maggioranza speravano, dopo un avvio incerto.

La situazione di classifica di entrambe attende quindi una verifica che se da parte genoana verte sulla conferma di quanto di bello era stato fatto vedere nelle prime giornate, per il Milan equivale a dimostrare di essere entrata a pieno titolo nella corsa per lo scudetto, specialmente dopo l’entusiasmo suscitato tra i tifosi per aver battuto la Juventus ed aver accorciato a soli 2 punti il distacco dalla vetta.

QUI GENOVA

La truppa rossoblu è al lavoro per capitalizzare al massimo questo turno di campionato che la vede nella difficile impresa di contrastare l’ascesa del Milan. Per ottenere lo scopo potrà contare sul rientrante Lazovic, squalificato in occasione del derby, che potrebbe essere l’unica novità della formazione rispetto a quella partita contro la Samp nella stracittadina. Rientra in panchina anche Juric, che ha a sua volta scontato il turno di squalifica. Accanto a lui probabilmente siederà, almeno all’inizio, Pavoletti, che si sta preparando per tornare al 100% della condizione dopo l’infortunio. Confermato lo schieramento 3-4-3 col tridente formato da Rigoni, Simeone e Pandev. Sulle fasce importante sarà l’apporto di Lazovic che si alternerà con Izzo negli inserimenti laterali.

QUI MILANO

Entusiasmo a Milanello dopo la vittoria contro la Juventus e secondo posto in classifica a pari punti con la Roma a sole due lunghezze di ritardo dai campioni d’Italia. Il Milan di Montella pare aver trovato la quadratura del gioco e un Locatelli, il baby esploso in questo inizio campionato e match-winner nella sfida di domenica scorsa contro la capolista. Una conferma a Genova significherebbe la consacrazione definitiva per i rossoneri ai vertici della classifica lasciando libero sfogo alle ambizioni della società e alla gioia dei tifosi, con un anno di anticipo rispetto a quanto sembrava poter sperare prima dell’arrivo di Montella. Il tecnico schiererà i suoi presumibilmente con un 4-3-1-2 che prevede Suso a supporto di Bacca e Niang, con un centrocampo di alta qualità formato dall’ex Kucka, Bonaventura e il gioiellino Locatelli, lasciando le fasce a Abate e De Sciglio. Un Milan insomma determinato anche attraverso le scelte tecniche a portare via il massimo del risultato da Marassi

Articoli correlati