Giro Next Gen 2024, i risultati dell’ottava tappa

31 0

giro next gen

Primo successo belga nella storia della corsa. Podio completato da Torres e Martì, che scalza Rondel grazie alla somma dei piazzamenti

FORLIMPOPOLI – Jarno Widar difende con successo la Maglia Rosa conquistata nella terza tappa, dopo la vittoria a Pian della Mussa, e porta per la prima volta il Belgio in vetta al Giro Next Gen Carta Giovani Nazionale. Il corridore della Lotto Dstny Development Team ha dovuto impegnarsi a fondo anche nella frazione conclusiva, la Cesena-Forlimpopoli. Nella fuga di giornata figurava anche Leo Bisiaux, che distava solo 2’10” dal belga e che ha accarezzato il sogno di vestire la Maglia Rosa quando a poco meno di 30 km dall’arrivo poteva contare su un vantaggio superiore a 1’30”.

La reazione del gruppo spegneva le velleità del transalpino, ma non quelle di chi tra i fuggitivi ambiva ad un successo di tappa come il britannico Matthew Brennan, bravo ad imporsi allo sprint davanti al tedesco Niklas Behrens. Il gruppo Maglia Rosa chiudeva a 21″ e ad accompagnare Jarno Widar e Pablo Torres sul podio era l’altro spagnolo Pau Martì, abile a scalzare Mathys Rondel grazie alla somma dei piazzamenti. Immutate la Maglia Rossa, andata a Paul Magnier, la Maglia Bianca, ancora sulle spalle di Jarno Widar, e la Maglia Tricolore, vinta da Florian Samuel Kajamini. Il suo compagno di squadra Lorenzo Nespoli, grazie ai punti conquistati nella fuga di giornata, riusciva spodestare Jarno Widar dalla vetta della classifica della Maglia Azzurra.

DICHIARAZIONI ALL’ARRIVO

Il vincitore di tappa Matthew Brennan, subito dopo l’arrivo, ha dichiarato: “E’ la fine ideale del Giro Next Gen per me, dopo i problemi che abbiamo avuto in squadra. Oggi era un percorso troppo selettivo per pensare ad un arrivo allo sprint, così abbiamo puntato alla fuga. Devo ringraziare i miei compagni di squadra, che mi hanno supportato al meglio”.

Il vincitore del Giro d’Italia Next Gen Carta Giovani Nazionale Jarno Widar ha detto: “Sono felicissimo e allo stesso tempo incredulo. Prima di tutto devo ringraziare il team, il 99% di questo successo è loro. Anche oggi, quando sono stato attaccato, si sono portati in testa al gruppo. E’ stato un momento stressante. Non sono ancora pronto per correre con i prof, devo imparare a muovermi meglio in gruppo. Se sei forte tra gli Under 23 sei pronto per fare bene anche al livello superiore ma ho bisogno di tempo. Ero fiducioso che avrei potuto vincere fin dall’inizio della corsa, anche se non ero uno dei grandi favoriti. Mi godrò questa vittoria fino in fondo”.

CLASSIFICA GENERALE

1 – Jarno Widar (Lotto Dstny Development Team)
2 – Pablo Torres (UAE Team Emirates Gen Z) a 52″
3 – Pau Martì (Israel Premier Tech Academy) a 58″

ORDINE D’ARRIVO

1 – Matthew Brennan (Team Visma | Lease a Bike Development) – 137 km in 3h16’16”, media di 41.882 km/h
2 – Niklas Behrens (Lidl-Trek Future Racing) s.t.
3 – Luca Paletti (VF Group-Bardiani CSF-Faizanè) s.t.

LE MAGLIE UFFICIALI DEL GIRO NEXT GEN CARTA GIOVANI NAZIONALE

Le Maglie di leader del Giro Next Gen Carta Giovani Nazionale sono disegnate e realizzate da Ale’

Maglia Rosa, leader della Classifica Generale, sponsorizzata da Mimit – Ministero delle Imprese e del Made in Italy – Jarno Widar (Lotto Dstny Development Team)
Maglia Rossa, leader della Classifica a Punti, sponsorizzata da Velux – Paul Magnier (Soudal Quick-Step Devo Team)
Maglia Azzurra, leader del Gran Premio della Montagna, sponsorizzata da Banca Mediolanum – Lorenzo Nespoli (Team MBH Bank Colpack Ballan)
Maglia Bianca, leader della Classifica Giovani, sponsorizzata da Suzuki – Jarno Widar (Lotto Dstny Development Team)
Maglia Tricolore, leader della Classifica Italiani, sponsorizzata da RCS Sport for Aido – https://aido.it/ – Florian Samuel Kajamini (Team MBH Bank Colpack Ballan)

CONFERENZA STAMPA

Il vincitore di tappa Matthew Brennan ha dichiarato in conferenza stampa: “Volevamo andare in fuga fin dall’inizio e la squadra si è dimostrata molto forte. Eravamo in superiorità numerica e abbiamo tenuto un buon vantaggio sul gruppo anche grazie al supporto della Decathlon-Ag2r. Mi sentivo bene sugli strappi e sapevo che allo sprint avrei potuto farcela. E’ stata una settimana difficile per il team e quindi è ancora più bello terminarla con un successo”.

La Maglia Rossa Paul Magnier ha detto: “Era una tappa adatta alle mie caratteristiche, purtroppo però non siamo riusciti ad andare a riprendere la fuga. Sono comunque contento della mia prova, due vittorie di tappa e questa Maglia, e di come il team abbia interpretato la corsa. Sarebbe bello poter dire un giorno di essere arrivato ai livelli di Julian Alaphilippe. E’ un corridore che ha vinto tanto e come lui mi piacerebbe vincere la Milano-Sanremo. Devo migliorare molto ma credo che un giorno potrò giocarmi il successo nella Classicissima”.

La Maglia Azzurra Lorenzo Nespoli ha detto: “Ho indossato la Maglia Azzurra ‘in prestito’ per gli ultimi due giorni, oggi volevo conquistarla al 100%. La squadra è stata fondamentale per farmi prendere la fuga che mi ha permesso di prendere i punti che mi servivano. E’ una grande soddisfazione personale”.

La Maglia Tricolore Florian Samuel Kajamini ha detto: “E’ stata una gran bella settimana per me e per il team, con la conquista di due maglie. Siamo molto soddisfatti. Oggi ho provato ad entrare in fuga per sorprendere gli altri. Non ci sono riuscito ma sono comunque contento di averci provato. Il Giro Next Gen è una corsa importante, seguita da tanti grandi team. Spero che le mie prestazioni qua mi portino ad entrare nel professionismo”.

STATISTICHE

A 18 anni 7 mesi e 3 giorni Jarno Widar è il più giovane vincitore del Giro d’Italia riservato ai giovani (dal 1970): 18 anni 7 mesi e 3 giorni. Batte Juan Ayuso: 18 anni 8 mesi e 27 giorni, Giro d’Italia Giovani Under 23 edizione 2021.
6^ vittoria in campo internazionale per Matthew Brennan: 3 vittorie da Junior l’anno scorso e i Trofej Umag e Porec quest’anno in Croazia.
Matthew Brennan (18 anni 10 mesi 10 giorni) è il secondo vincitore più giovane al Giro Next Gen dopo Jarno Widar (18 anni 6 mesi 29 giorni a Pian della Mussa). E’ il terzo atleta classe 2005 vincente in questa edizione dietro al succitato Widar e Steffen de Schuyteneer.
Primo podio in campo internazionale per Luca Paletti (3°).