Icardi, i motivi per cui potrebbe arrivare al Milan

86

Serie A - Kalinic va all'Atletico, il Real Madrid torna all'assalto per Icardi

L’attaccante argentino non sarà riscattato dal PSG; vuole la Juventus ma al Milan potrebbe arrivare il tecnico con cui si é trovato meglio

MILANO – La stampa francese ipotizza un ritorno di Mauro Icardi a Milano, ma dalla parte dei rossoneri. L’attaccante argentino è a Parigi con la formula del prestito che prevede, in caso di riscatto, un indennizzo di 70 milioni, ma il PSG non dovrebbe riscattarlo. Il rapporto con l’Inter, proprietaria del cartellino fino al 30 giugno  2022, e con l’allenatore Conte pare compromesso da quando lo scorsa estate Icardi lasciò il ritiro di Lugano. E, comunque, in caso di ritorno, non sarebbe facile la convivenza con Lukaku. Inoltre, il giocatore vorrebbe tornare in Italia e per il club nerazzurro darlo in prestito ad un’altra squadra di Serie A significherebbe altri 15 milioni di euro in cassa: uno stimolo per farlo uscire dalla rosa e cederlo a un club italiano.

L’attaccante gradirebbe la Juventus; già un anno fa la moglie e agente Wanda Nara aveva provato ad imbastire la trattativa proponendo uno scambio con Dybala ma non se ne fece nulla. Ora pare che si sia fatto avanti il Milan, intenzionato a ricostruire la squadra dopo i risultati non proprio brillanti di questa parte di stagione disputata, a partire dall’allenatore. Sulla panchina rossonera potrebbe arrivare Luciano Spalletti, il tecnico con il quale Icardi ha vissuto la sua migliore stagione calcistica con 29 gol all’attivo. Queto otrebbe essere un buon motivo per scegliere il Milan. Pare, però che il club rossonero non sia disposto a versare 70 milioni di euro, cifra al di sotto della quale  l’Inter non sarebbe disposta a cedere.

Per ora soo solo parole. Si attendono sviluppi.

 

Articoli correlati