Il punto sul mercato interista: tanti nodi da sciogliere entro 15 giorni

Marco Branca è ufficialmente in vacanza fino a mercoledì, quindi appare difficile, ma non impossibile (il telefono è sempre acceso), che il mercato dell’Inter proponga particolari novità prima di metà settimana. Il momento ideale, quindi, per fare il punto della situazione a due settimane dalla chiusura della campagna acquisti. Premesso che in questo momento la rosa a disposizione di Rafa Benitez è già competitiva e su questa il tecnico spagnolo sta già lavorando in vista delle due finali di Supercoppa il 21 e il 27 agosto contro Roma e Atlètico Madrid, la società sta cercando di concludere le ultimke operazioni, sia in entrata sia in uscita.

Per quanto riguarda gli arivi, aspetta solo una telefonata Giusepe Sculli, ormai nerazzurro anche se manca l’annuncio ufficiale. Per il suo arrivo l’Inter verserà nelle casse del Genoa 5 milioni di euro circa. L’altro innesto, se le condizioni saranno favorevoli (probabilmente bisognerà atendere la chiusura del mercato), sarà Javier Mascherano, che ieri ha esordito in Premier League con la maglia del Liverpool, che però è sua intenzione sfilarsi al più presto. Se i Reds abbasseranno le loro richieste, portandole da 25 milioni a una decina di milioni più il cartellino di Muntari, la trattativa evolverà favorevolmente. Ci vorrà però pazienza.

Alla voce acquisti non dovrebbero eserci altre novità, i nomi caldisimi sono infati i due sopra citati. Molto più caotica la sezione ‘cesioni’. L’Inter conta di trasferire da qui al 31 agosto diversi giocatori che non rientrano nei piani della società. Tra questi, dopo aver risolto l’operazione Balotelli (la chiave del mercato interista), figurano Mancini, Obinna, Rivas, Kerlon e Suazo, giocatori in esubero dalla cui rinuncia i nerazzurri contano di far cassa ulteriormente e finanziare le ultime operazioni in entrata. Diverso il discorso per quanto riguarda il già citato Muntari e Burdisso. Il primo vorrebbe restare, ma l’arrivo di Mascherano ne pregiudicherebbe la permanenza, togliendogli ulteriormente spazio. Non sarà facile convincere il ghanese a cambiare maglia, un problema perché è uno dei giocatori più richiesti nella rosa interista e la sua valutazione si aggira ben oltre i 10 milioni di euro.

L’altro caso spinoso per Branca è Burdisso. Il difensore ha deciso di volersi trasferire nuovamente alla Roma e, per quanto dall’Inghilterra siano giunte offerte interessanti per averlo, lui sembra inamovibile. O Roma, o resta a malincuore a Milano. Ipotesi, la seconda, impensabile considerato che sarebbe un corpo estraneo al gruppo. I gialorossi però non vogliono spendere più di 5 milioni per l’argentino, cifra bassa alla luce degli 8 milioni chiesti dall’Inter. Probabile che la situazione venga risolta da un piccolo passo avanti di entrambi i club: a quota 6,5 milioni si dovrebbe chiudere definitivamente. Ci attendono, dunque, altri 15 giorni intensi, con molti nodi da sciogliere. Alla faccia di un mercato (nerazzurro) sotto tono…

[Fabio Costantino – Fonte: www.fcinternews.it]