In cosa consiste il Fair play finanziario

296

Arriverà l’anno prossimo, ma c’è già chi da quest’anno incomincia a stringere la cinghia in vista della novità destinata a rendere più pulito il calcio europeo. Stiamo parlando del Fair Play finanziario.

Se ne sente parlare ultimamente, ma non tutti hanno ancora ben capito di cosa si tratti veramente. Dunque, il principio fondamentale del Fair play finanziario è che non si possa spendere più di quanto si è incassato.

Non una cosa scontata dunque, dato che se questa regola fosse presa alla lettera e addottata in questo momento sarebbero in molte le società ad avere seri problemi. Gli obiettivi che intende porsi questa nuova norma dell’UEFA sono in sostanza sei:

_ Introdurre più disciplina e razionalità nel sistema finanziario dei club

_ abbassare la pressione delle voci salari e trasferimenti e limitare l’effetto inflazionistico

_ incoraggiare i club a competere nei limiti dei propri introiti

_ incoraggiare investimenti a lungo termine nel settore giovanile e nelle infrastrutture

_ difendere la sostenibilità a lungo termine del calcio europeo a livello di club

_ assicurare che i club onorino i propri impegni finanziari con puntualità

Tutto questo se non verrà garantito dai signoli club, comporterà nei loro confronti pesanti sanzioni da parte del Panel di Controllo finanziario dei Club, che sarà preseduto dall’ex primo ministro belga Jean-Luc Dehaene.

[Mirko Grita – Fonte: www.sampdorianews.net]