Inter – Benevento 2-0: Skriniar-Ranocchia, i centrali salvano i nerazzurri

Inter - Benevento 2-0: Skriniar-Ranocchia, i centrali salvano i nerazzurriTutto nel secondo tempo con i due difensori che decidono il match con due colpi di testa in occasione di palla inattiva. La cronaca dell’anticipo serale di campionato

MILANO – Due colpi di testa dei suoi centrali e l’Inter scaccia il fantasmi di un successo che sembrava cosa lontana dopo aver visto i primi 45 minuti di gioco. Squadra ferma incapace di costruire pericolose trame di gioco. Ci hanno pensato piuttosto i giallorossi ad animare il match con qualche buona giocata di Guilherme e Brignola e con la conclusione in diagonale di Coda che al 28′ ha messo in difficoltà Handanovic. Nella ripresa fuori un impalpabile Rafinha ci pensa Karamoh a dare la giusta scossa alla squadra. Dall’angolo da lui procurato svetta su sponda di Vecino, Skriniar di testa colpisce da pochi passi. Passano appena tre minuti e su punizione di Cancelo arriva il tuffo di Ranocchia che anticipa tutti e porta i suoi sul 2-0. I ragazzi di De Zerbi provano a reagire con qualche sortita di Brignola ma un pizzico di stanchezza non rende efficaci le manovre. A questo si aggiunge la tegola al 35′ di Viola che lascia i suoi in 10. Gara in archivio ma nerazzurri rimandati nonostante il successo.

Inter-Benevento: presentazione del match, probabili formazioni, cronaca diretta e risultato in tempo reale, tabellino

Presentazione partita

Questa sera alle ore 20:45 si disputerà presso lo stadio Giuseppe Meazza InterBenevento, scontro valido per la ventiseiesima giornata del campionato di Serie A. All’andata finì 2-1 in favore dei nerazzurri grazie alla doppietta del croato Marcelo Brozovic, mente per i Sanniti andò a segno Marco D’Alessandro. La squadra di Spalletti sembra essere in una crisi senza fine, che pareva essere terminata con la vittoria sul Bologna di due settimane fa. Nell’ultimo turno, infatti, è arrivata la sconfitta contro il Genoa per 2-0 che ha piegato ancora di più le gambe agli uomini del mister toscano. In totale, negli ultimi dieci scontri di campionato, la Beneamata ha raccolto la miseria di nove punti ed è scesa all’attuale quinto posto. Il Benevento, invece, continua a sognare quella salvezza che avrebbe dell’incredibile, ma che resta ancora lontana. Sono undici i punti che separano la squadra di De Zerbi dalla zona salvezza, con la vittoria dello scorso weekend ai danni del Crotone che ha riacceso, almeno in parte, le speranze di salvezza della squadra campana.

QUI INTER – Novità importanti per Spalletti dall’allenamento odierno. Infatti, Perisic è rientrato completamente in gruppo, mentre Icardi dovrebbe farlo nella giornata di domani. Se il croato sarà molto probabilmente arruolabile dal 1′, il bomber argentino verrà preservato per l’imminente derby contro i cugini rossoneri, mentre Miranda è ancora lontano dal recupero. Si va verso il solito 4-2-3-1 con Handanovic tra i pali e la difesa composta da Cancelo, Skriniar, Ranocchia e D’Ambrosio. Chiavi del centrocampo affidate a Vecino, sicuro del posto, e ad uno fra Gagliardini e Borja Valero, mentre sulla linea dei trequartisti ci saranno Perisic, Rafinha all’esordio dal 1′ e Candreva alle spalle del centravanti, che sarà ancora una volta Eder.

QUI BENEVENTO – De Zerbi non ha intenzione di cambiare l’undici che ha sconfitto il Crotone e si affiderà nuovamente al 4-3-3, con l’unica novità che porta il nome di Cataldi, rimasto fuori per infortunio nell’ultima giornata. In porta ci sarà Puggioni, difesa composta da Djimsiti e Tosca centrali, mentre sulle fasce agiranno Letizia ed uno tra Sagna e Venuti. A centrocampo Sandro in cabina di regia con ai suoi lati Cataldi e Viola. Infine, il tridente d’attacco, dove troveranno spazio Coda, Brignola ed uno tra Djuricic e Guilherme.

Le probabili formazioni

INTER (4-2-3-1): Handanovic; Cancelo, Ranocchia, Skriniar, D’Ambrosio; Vecino, Gagliardini/Borja Valero; Candreva, Rafinha/Borja Valero, Perisic; Eder. Allenatore: Spalletti

BENEVENTO (4-3-3): Puggioni; Vicari/Sagna, Djimsiti, Tosca, Letizia; Cataldi/Djuricic, Sandro, Viola; Brignola, Coda, Djuricic/Guilherme. Allenatore: De Zerbi

Arbitro: Pairetto

Guardalinee: Longo-Santoro

IV Uomo: Sacchi

Var: Maresca

Assistente Var: Fiorito

Stadio: Giuseppe Meazza “San Siro”