Inter, parla Spalletti: “Vogliamo vincere contro tutti”

Inter, parla Spalletti: "Vogliamo vincere contro tutti"

Le parole dell’allenatore dell’Inter in vista del match contro il Sassuolo in programma domani alle ore 20.30.

MILANO – Giornata di vigilia in casa Inter con la compagine nerazzurra che, nella giornata di domani, sarà di scena a Reggio Emilia per affrontare il Sassuolo. Spalletti, in conferenza stampa, presenta così il match: “Non so definire l’Inter con un aggettivo, so però che dovremo provare a vincere tutte le partite. Veniamo da un campionato importante. Abbiamo voluto la bicicletta, ora pedaliamo. Dentro la testa dei ragazzi vanno create delle conoscenze, per il resto faremo forza sulle qualità individuali dei giocatori”.

Sulle condizioni della rosa: “Le condizioni sono buone. Usciamo dalla fabbrica senza dover usare ulteriori prove. Pronti per giocare contro chiunque e provare a vincere contro tutti. Lo score del passato dice che con il Sassuolo sarà durissima. Nel periodo estivo lo sarà anche di più. Al di là del mercato, abbiamo più conoscenza di noi stessi sul percorso che vogliamo fare e sull’obiettivo che l’Inter vuole raggiungere. Quando viene a mancare qualche pedina, penso a Nainggolan domani, dispiace sempre. Sono elementi forti, non bisogna sbagliare sul suo recupero”. Su Perisic e Vrsaljko: “Il primo conosce bene la squadra, l’altro meno ma è pronto per la Serie A. Devono allenarsi di più per rimettersi in pari con il resto del gruppo”.

E’ l’Inter l’anti Juve? Spalletti risponde così: “Io cerco di sbagliare il meno possibile. A meno che non si vuole dar vinto subito il campionato alla Juventus, bisognerà andare a giocarcelo insieme a Milan, Roma, Napoli e Lazio. Tutte si sono rinforzate. Complimenti al colpo di coda finale di alcuni club. Ancelotti in Italia dopo nove anni è un bene importante. Noi ci siamo e vogliamo contendere lo scudetto ai bianconeri. Ci sono molte squadre che ci possono mettere in difficoltà”. Sul mercato: Sono soddisfatto per il mercato operato dai direttori. Sono arrivati calciatori dal forte spirito interista e per questo sono fiducioso. Pressioni? Ho imparate a gestirle da tempo. Ora sento solo eccitazione e piacere nel poter partire finalmente in questa nuova stagione. Eccitazione strozzata in seguito ai fatti di Genova. Siamo al fianco di tutte quelle persone che stanno soffrendo in questo momento”.

Fonte foto: Twitter Inter