Inter-Sparta Praga 2-1, il tabellino: decide una doppietta di Eder

616

Inter-Sparta Praga risultato, tabellino e cronaca della partita

RISULTATO FINALE: INTER-SPARTA PRAGA 2-1 (primo tempo 1-0)

TABELLINO

INTER (3-4-3): Carrizo; Murillo, Andreolli, Ranocchia; Miangue, Ansaldi, Melo, Biabiany; Eder, Pinamonti (dal 35′ st Bakayoko), Palacio (dal 1′ st Perisic). A disposizione: Berni, Santon, Nagatomo, Zonta, Yao. Allenatore: Pioli.

SPARTA PRAGA (4-2-3-1): Koubek; Karavaev, Mazuch, Mic. Kadlec, Costa; Holek, Maracek; Julis (dal 44′ st Dudl), Dockal, Cermak (dal 34′ st Sacek); Lafata (dal 29′ st Pulkrab). A disposizione: Miller, Havelka, Mil. Kadlec. Allenatore: Svoboda.

Arbitro: Bart Vertrenten (Belgio)

Assistenti: Rien Vanyzere e Thibaud Nijssen

Quarto Ufficiale: Yves De Neve

Addizionali: Wim Smet e Erik Lambrechts

Reti: al 23′ pt Eder, all’8′ st Marecek, al 45′ st Eder

Ammoniti: Ranocchia

Recupero: 1 minuto nel primo tempo

L’Inter per l’onore di bandiera


Europa League
Inter-Sparta Praga risultato, tabellino e cronaca della partita

MILANO – Ultimo atto per i nerazzurri di un girone di Europa League che li vede relegati al ruolo di cenerentola al confronto di squadre come Southampton e Sparta Praga, ma anche rispetto al H. Beer Sheeva, in un epilogo che al momento del sorteggio proprio nessuno poteva ipotizzare.

Riguardo alla partita c’è ben poco da dire se non che sarà occasione per vedere in campo un’Inter 2 alla quale sarà affidata la difesa dell’orgoglio della gloriosa società milanese. Inizio della partita alle ore 21.00 di giovedì sera a San Siro

QUI INTER

È opinione comune nell’ambiente meneghino che questo epilogo di Europa League venga atteso da società e giocatori come la liberazione di un incubo, che a questo punto costituisce sicuramente più un peso che un onore. La partita casalinga contro lo Sparta Praga sarà occasione per vedere in campo i giocatori che fino a qui hanno trovato un po’ meno spazio, con l’occhio evidentemente attento a cercare di affinare le tattiche proprie del tecnico Pioli, in vista del prosieguo del campionato, in cui l’Inter galleggia in una posizione imbarazzante per il suo blasone.

QUI PRAGA

Poco più di una formalità per la squadra della Repubblica Ceca, che arriva a San Siro con la qualificazione e il primo posto del girone già assicurati. La formazione dello Sparta vorrà comunque far bella figura e riportare qualcosa a casa in termini di punti nella sua apparizione in uno dei templi più suggestivi del calcio europeo e mondiale, e l’occasione di affrontare i nerazzurri in compagine rimaneggiata potrebbe essere un balla opportunità.

Lo schieramento previsto per lo Sparta è il 4-2-3-1 con il quale il tecnico Houloubek ha in mente di lanciare la punta Novotny grazie alla pressione di Holzer, Dockal e Majka.

Articoli correlati