Inzaghi: “Dobbiamo partire dal fatto di aver tenuto testa ad una squadra come la Juventus”

logo-milanBrutta sconfitta quella rimediata dal Milan di Filippo Inzaghi a San Siro contro la Juventus. I rossoneri, intimiditi e mai in palla per tutta la partita, cadono sotto il finissimo gesto tecnico di Pogba e la rete di Tevez. Ecco, di seguito, le dichiarazioni dell’allenatore rossonero a Milan Channel nel post-partita: “Dobbiamo partire dal fatto di aver tenuto testa ad una squadra come la Juventus. Sono forti, hanno strapotere fisico. Ho detto ai miei giocatori di andare in giro a testa alta. Con la voglia di stasera possiamo andare lontano. E’ una partita decisa da una giocata. Non mi sono montato la testa prima e sono realista. Non potevamo pensare di essere all’altezza della Juventus dopo due settimane. Loro alzavano molto le mezzali e noi facevamo fatica ad uscire. Se fosse passato quel minuto, magari portavamo a casa un buon risultato.

Stephan si è allenato poco e il cambio con Bonaventura era necessario. Dopo il gol abbiamo avuto una buona reazione. C’è stato anche un episodio, ma va bene così. Menez? Ha fatto una grandissima partita come sempre. Stasera la difesa è stata bravissima. Hanno avuto tutti lo spirito giusto. Adesso testa a martedì. Rizzoli? Ruolo difficile. C’è stata poi la trattenuta su Torres alla fine… Rendiamo onore alla Juventus. Noi siamo contenti di averla giocata. Con questa fame vedrete che ci leveremo molte soddisfazioni. Empoli? Vediamo chi scenderà in campo. La Juventus ci ha tolto tante energie. Magari prenderò forze fresche dalla panchina. Volevo ringraziare i tifosi perché ci hanno dato tanto. Gli prometto che ci leveremo tante soddisfazioni”.

[Carmine D’Avino – Fonte: www.ilveromilanista.it]