Inzaghi non finisce mai

Dopo Del Piero un altro calciatore dimostra d’essere immortale: Inzaghi!

Semplicemente incredibile. È quanto si può affermare di Filippo Inzaghi, eterno come un dio in terra. Alla sua età, 37 anni pieni, sarebbe già arduo scendere in campo. Ma lui non si limita a giocare. Pur rischiando di arrugginirsi per le innumerevoli panchine incomprensibilmente inflittegli da Allegri, Inzaghi ieri è entrato nel 2° tempo della classicissima internazionale Milan-Real Madrid, al momento sullo 0-1.

In pochi minuti è riuscito ciò che fra andata e ritorno non era riuscito a campioni nel pieno della gioventù e della fama, da Pato ad Ibrahimovic, ovvero violare la retroguardia delle merengues. Non una, ma due volte. Una doppietta leggendaria per un traguardo leggendario, ovvero issarsi al 1° posto assoluto fra i bombers internazionali, toccando quota 70 gol, + 1 su Muller e Raul. Che Inzaghi sia eterno lo conferma anche il record di longevità realizzativa: all’età di 37 anni e 86 giorni è il giocatore più vecchio ad essere andato a segno nella storia della Champions.

Lo ripetiamo da secoli: Inzaghi non ha dribbling, non ha velocità, non è bravissimo in acrobazia; i suoi gol hanno la stessa caratteristica, vale a dire vengono realizzati di rapina (cioè in anticipo sull’avversario), possibilmente sul filo del fuori gioco. Sulla carta quindi appare un giocatore tecnicamente deficitario che non dovrebbe impensierire le grandi difese d’Europa, ed invece, paradossalmente, è proprio al di là dei confini nazionali che SuperPippo si è sempre espresso su livelli mostruosi. Specie in Coppa dei Campioni, dove il morso del cobra ha fatto vittime illustri, non ultimo lo stesso Real. 37 anni e non sentirli.

Tutti staranno chiedendosi: “Ma Inzaghi invecchierà prima o poi o gode di un elisir particolare?”.

Ricordiamo che l’attuale Classifica Marcatori della Coppa dei Campioni vede in vetta Raul con 68 gol, seguito da Van Nistelrooy con 60. Scewchenko 58, Henry 51, Inzaghi 50, Di Stefano 49, Eusebio 47, Del Piero 44, Morientes 39, Puskas 36. La classifica generale delle Coppe Europee è invece la seguente: Inzaghi 70, Raul e Muller 69, Scevchenko 64, Van Nistelrooy 62, Henry 59, Larsson 59, Eusebio 54, Del Piero 53, Di Stefano 50.