Inzaghi: “Non siamo più una sorpresa”

305

ROMA – Nell’immediato dopo partita di Lazio Genoa che ha decretato l’accesso ai quarti di finale della Tim Cup per la squadra biancoceleste Simone Inzaghi si é detto soddisfatto della prova disputata dai suoi ragazzi.

Per questo era dispiaciuto di un primo tempo finito sul 2-2. Non era meritato. I due gol sono arrivati soltanto perché c’é stato un calo di concentrazione. Parlando dei singoli il tecnico ha speso parole di elogio per Milinkovic e Immobile, definiti importanti. Ma secondo lui anche Lombardi e Djordjevic hanno fatto bene. Hanno dimostrato di essere affidabili e domenica contro la Juve potrebbero partire titolaro. Sono stati sostituiti soltanto perché era già in programma la staffetta. Di Milinkovic ha detto che ha fatto un gol importantissimo. Sta crescendo giorno dopo giorno. Si sta togliendo grandi soddisfazioni ed é molto di aiuto al gruppo

Il punto sulla squadra

L’allenatore ha voluto sottolineare che se la Lazio oggi va bene il merito é soltanto dei ragazzi, Nessuno a luglio pensava che facesse più di 40 punti. Non é più una sorpresa. Il difficile viene proprio ora perchè devono arrivare le conferme. Ma é anche una squadra giovane che può solo migliorare. La squadra ha dimostrato di poter stare in alto in classifica. E ci vuole stare. Inzaghi pensa che Djordjevic, accostato a varie squadre nel mercato in corso, alla fine resterà, era troppo coinvolto e proprio per quello lo ha fatto scendere in campo.

L’immediato futuro

Domenica la squadra biancoceleste affronterà in trasferta la Juventus. Il tecnico ha dichiarato che i suoi ragazzi ora sono influenzati dal fatto di aver vinto 5 partite su 6. Sentono molto l’attenzione su di loro.La gara contro la capolista sarà particolare.Conterà molto interpretarla nel migliore dei modi. Servirà carattere. E occorrerà essere bravi sfruttare gli eventuali errori dei bianconeri.