Italia, caos convocazioni: ecco i 16 giocatori su 41 bloccati dalle ASL

122

FIGC

Sedici giocatori, al momento, non prenderanno parte agli impegni delle Nazionali a seguito del divieto da parte delle ASL di riferimento.

COVERCIANO – Nuovo scontro tra le ASL e il calcio. Sedici giocatori su quarantuno, convocati da Roberto Mancini per gli impegni della Nazionale italiana, non prenderanno parte al raduno visto il divieto imposto dalle ASL di riferimento. Si tratta dei giocatori di Fiorentina, Roma, Sassuolo, Inter, Lazio e Genoa.  Ecco la lista completa dei giocatori interessati dalla comunicazione delle Autorità Sanitarie Locali:

  • Francesco Acerbi (Lazio)
  • Cristiano Biraghi (Fiorentina)
  • Domenico Criscito (Genoa)
  • Danilo D’Ambrosio (Inter)
  • Gianluca Mancini (Roma)
  • Luca Pellegrini (Genoa)
  • Leonardo Spinazzola (Roma)
  • Nicolò Barella (Inter)
  • Gaetano Castrovilli (Fiorentina)
  • Bryan Cristante (Roma)
  • Roberto Gagliardini (Inter)
  • Manuel Locatelli (Sassuolo)
  • Lorenzo Pellegrini (Roma)
  • Domenico Berardi (Sassuolo)
  • Francesco Caputo (Sassuolo)
  • Ciro Immobile (Lazio)

A tal proposito, è intervenuto Beppe Marotta. Queste le sue parole: “Questa situazione è iniqua. C’è la zona d’ombra nella mancanza di centralità di questa gestione. In questo modo ogni Asl diventa centrale nella gestione dei club. Vado oltre: se davanti a un caso di positività questa è la gestione complessiva della situazione, allora dico “boicottiamo le nazionali”. Sì, lo dico sul serio. Qui ne va della credibilità del sistema. Il calcio deve andare avanti, fa comodo a tutti. E allora il Governo ci dia una mano. E fissi regole certe. Se dovesse servire un momento di stop, propongo di fermarci tutti per 15 giorni, fissare un regolamento chiaro e uguale per tutti, e poi si riparta. Questa è una brutta figura per tutto il calcio italiano”.

Articoli correlati