Juventus, Dani Alves: “Voglio la Champions”

384

Il terzino brasiliano si è presentato ieri in conferenza stampa spiegando le sue ambizioni da Champions League.

Juventus, Dani Alves: "Voglio la Champions"

VINOVO – Dani Alves è sbarcato a Torino con il sogno della Champions League: “Sono qui perché c’è grande voglia di vincere in Europa. Darò tutto per realizzare questo obiettivo”. Il brasiliano si è presentato allo Stadium in un smoking nero con pois bianchi: “Ho scelto il numero 23 in onore di LeBron James, mi piacerebbe ripercorrere la sua storia”. Poi un messaggio a Marotta e Mascherano: “Sarebbe fantastico giocare qui con lui”.

LA CONFERENZA STAMPA

Dani Alves“È un onore essere qui. Ho scelto la Juve perché mi piace sognare e qui tutti sognano la Champions League. C’è tanta voglia di trionfare in Europa. C’è una storia molto importante e io voglio far parte della storia. Ho scelto il numero 23 in onore di LeBron James e di giocatori come lui che sanno reinventarsi”.

Come si fa a lasciare il Barcellona?
“La Juve è una squadra che ha molta voglia di raggiungere grandi obiettivi come me. Per me essere qui è un’occasione unica, lotteremo in fondo per vincere in Europa. Voglio mettermi in gioco perché non mi piace sedermi sugli allori. Al Barcellona ero un po’ stufo degli stessi obiettivi. Qui alla Juve mi divertirò moltissimo. Sono una professionista e insieme ai miei compagni faremo un grande gruppo”.

Hai parlato con Allegri?
“Sì, ho parlato con lui e so cosa vuole da me. La Juve mi ha voluto fortemente e per questo sono qui”.

Cosa pensi di Pogba?
“È un grandissimo giocatore e sarà un grande onore averlo come compagno. Qui ci sono tantissimi grandi giocatori, voglio condividere con loro questa esperienza. Tutti saremo importanti e bisogna creare un grande gruppo. Io e Pogba ci assomigliamo molto nella vita, abbiamo lo stesso approccio. Divertendosi si raggiungono gli obiettivi”.

Un messaggio per Dybala?
“Spero di fargli tanti assist, sarà un piacere. Cercherò di fare del mio meglio. Io sono felice quando faccio fare gol agli attaccanti”.

Cosa pensi dell’addio di Messi dalla Nazionale?
“Per me deve continuare, sarebbe una perdita molto grande per il calcio. Bisogna convincerlo a cambiare idea. Nulla diminuirà la grandezza di questo giocatore. Sa cosa rappresenta per il calcio”.

Il primato di Giggs di trofei vinti?
“Vivo alla giornata, per il momento non ci penso. Voglio vincere con tutto il gruppo”.

Mascherano può raggiungerti alla Juve?
“Con lui ho un grandissimo rapporto, sarebbe un onore giocare ancora lui. Purtroppo non dipende da me. Se potessi condividere con lui questa avventura sarebbe fantastico. Servono giocatori con il suo spirito”.

Quando hai capito che era il momento di lasciare il Barcellona?

“Ho preso questa decisione di chiudere questo capitolo incredibile della mia vita quando mi sono accorto che qualcosa non andava più. Si erano annoiati di me… Mi considero un privilegiato per aver fatto la storia dei blaugrana. Sono grato a tutti quelli che hanno realizzato il mio sogno. Ora sto scrivendo un nuovo capitolo della mia storia”.

Articoli correlati