Lamela: “La Roma tra i club più importanti al mondo”

Di seguito la conferenza stampa di presentazione di Erik Lamela. Presente l’ad Cluadio Fenucci.

Claudio Fenucci: “Siamo qui a presentare il primo acquisto, assieme a José Angel, della nuova Roma. Acquisto importante a livello economico e tecnico. Il progetto si basa sull’integrazione dei giocatori presenti e i giovani di grande prospettiva, che devono assicurare grande competitività alla Roma. Sono gli ultimi giorni di mercato, le operazioni non sono concluse e ci faremo trovare pronti per il campionato. Erik viene qui con grande entusiasmo, l’anno scorso ha giocato tutte le partite con personalità da veterano”. Su De Rossi: “Ci sarà a breve un incontro con il procuratore di Daniele De Rossi, il nostro intento è quello di rinnovare e credo si possa fare. Le parti devono venirsi incontro”.

Questo nuovo progetto della Roma, che è avvenuta in parte con il ringiovanimento, ha incontrato difficoltà; nel migliore dei mondi possibili, lei e questa Roma, preferendo una via diversa, se avesse potuto evitare di teserare due giovani semisconosciuti per poi rigirarli, lo avrebbe fatto?

“In generale l progetto è innovativo, perché unisce alcuni peculiarità non presenti nel calcio italiano. La proprietà straniera, che porterà delle novità non solo nel senso strettamente calcistico. In più ha avuto il favore di alcuni professionisti come Baldini e Sabatini, che sono un tassello importante. Tutto questo in una città con apporto emozionale unico. Il nostro è un tentativo di portare avanti un progetto unico, che richiede di far crescere questa società per soddisfare il pubblico. Il passaggio in atto non riguarda la parte tecnica. Sul fatto degli extracomunitari, rispettiamo la scelta ei giocatori, ma questo non può influenzare i piani della Roma, stiamo rispettando le norme vigenti, e nel rispetto di queste norme stiamo facendo queste operazioni”.

Novità per l’abbonamento per i non tesserati? Com’è andato l’incontro con Petrucci?

“Per quanto riguarda la possibilità di sottoscrivere un vaucher di biglietti elettronici, stiamo aspettando la risposta dell’osservatorio. Abbiamo spiegato il nostro progetto alle istituzioni e lo stanno analizzando, stanno verificando con le istituzioni sportive il da farsi. Qualche società non potrà attivarsi in tempo e questo potrebbe creare problemi. Pesiamo che la situazione si possa sbloccare. Con Petrucci abbiamo analizzato i rapporti della Roma con le istituzioni sportive, coni in testa, abbiamo parlato di iniziative per sfruttare economicamente alcuni spazi”.

Qual’è la posizione della società sulla questione Totti?

“Non entro nello linee editoriali dei media, credo sia stato gonfiato il caso, si tratta sempicemente di una scelta tecnica, come spiegato dal mister, che ha coinvolto anche altri giocatori importanti”.

La Roma deve completare in poco più di 10 giorni la campagna acquisti. Ritiene che le attese dei tifosi saranno esaudite con le prossime operazioni?

“Noi abbiamo già detto che la squadra va completata. La rosa è competitiva ma necessita di alcuni innesti. Le risorse finanziarie ci sono, le trattative sono avviate. Alcuni nomi sono noti, altri sono nella testa del ds, ma per la fine del mercato contiamo di finire”.

Dopo l’abbandono di De La Pena pensate di prendere nuovi collaboratori?

“Abbiamo parlato col tecnico, vediamo se Ivan torna indietro, potrebbe arrivare un nuovo collaboratore ma con ruoli diversi, sempre un uomo di fiducia del tecnico”.

Lamela

Cosa ti ha spinto a scegliere la Roma?

“La Roma è un grande club e per me è un orgoglio essere qui”.

Cosa conosci della Roma?

“Ci sono grandi giocatori, è un grande club, tra i più importanti in Italia e nel mondo”

Hai già parlato con Luis Enrique o con qualche giocatore in particolare?

“Sia ieri che oggi ho parlato un po’ con i miei compagni, nei limiti del possibile visto che sto imparando l’italiano”

Sei rimasto stupito che Totti e Borriello siano rimasti in pachina a Bratislava?

“Ho visto la gara, mi è piaciuto la Roma e il risultato è stato ingiusto. Riguardo a Totti e Borriello sono decisioni dell’allenatore”.

Sei pronto per la prima di campionato, come sta la caviglia?

“L’importante ora è recuperare al 100%”

Qual è la tua collocazione tattica?

“Sono attaccante esterno, destro o sinistro”.

Ha detto che gioca come punta esterna, ha le caratteristiche per fare l’intermedio nel centrocampo a tre?

“Sì, spetterà al mister, una volta che potrò unirmi agli allenamenti capiremo dove giocare”

Sabatini ti ha definito un futuro scoop d mercato? Ti pesa?

“Sono felice della definizione di Sabatini. La priorità per me è quella di recuperare dall’infortunio”.

Hai fatto il mondiale under 20, questo arrivo in ritardo ti può portare problemi?

“No, come ho detto prima, devo recuperare la condizione, partecipare agli allenamenti, poi tutto verrà di conseguenza”.

Di te si dice che oltre alle tue qualità tecniche, hai una gran personalità in campo.Sei consapevole di arrivare in uno spogliatoio di personalità che ha fatto ilustri vittime, ti senti alla loro altezza?

“So che nella Roma hanno giocato e giocano grandi giocatori, sono felice di farne parte”.

Nella tua prima giornata a Roma hai fatto fermare la macchina davanti all’olimpico pr fotografarlo. Hai già sognato il tuo debutto all’olimpico?

“Si, l’Olimpico è molto bello. Sero di esordire nel migliore dei modi, con una vittoria”.

Ce la farai a giocare in Europa League la prossima settimana?

“La caviglia sta migliorando, vediamo come va la situazione”.A chi ti ispiri?

Ti ispiri a qualcuno?

“Si, ovviamente ci sono molti giocatori che mi piacciono”.

Burdisso ha detto che già avete parlato. La sua esperienza e quella di Heinze possono aiutarti a inserirti nel calcio italiano?

“Certo, i compagni di squadra argntini mi aiuteranno a integrarmi”.

Sei a conoscenza che nella Lazio c’è un giocatore come Zarate in difficoltà. L’8 ha un senso?

“Si, conosco la lazio e la rivalità. Per il numero di maglia ho scelto tra i numeri liberi,e l’8 mi sempre piaciuto. Non mi piace dare giudizi su altre situazioni, ma penso che risolveranno al situazione”.

La Roma ha faticato a fare goal. Pensi di poter dare un contributo?

“Spero di sì, mi piacerebbe moltissimo, voglio dare il mio contributo, giocare al massimo dopo aver recuperato”.

Vieni dal River plate con una tifoseria molto calorosa.Vuoi dire qualcosa ai nuovi tifosi?

“Si, sono due tifoserie appassionate. Ai tifosi della Roma prometto il massimo impegno”.

[Redazione Voce Giallorossa – Fonte: www.vocegiallorossa.it]