Lega Pro – Il punto della situazione dopo la 14a giornata

Il punto della situazione nei tre gironi di Lega Pro dopo il posticipo di ieri sera tra Modena e Pordenone

Lega Pro - Il punto della situazione dopo la 14a giornata

Questa sera, il posticipo tra Modena e Pordenone, chiuderà la quattordicesima giornata di Lega Pro. Una giornata particolare e sempre ricca di spettacolo, una giornata in cui l’Alessandria è tornata vincere nel Girone A, il Parma è caduto rovinosamente in casa con il Padova nel Girone B ma soprattutto la vittoria epica del Lecce sul campo della Juve Stabia nel Girone C. Di seguito il recap completo.

GIRONE A

Girone A

Dopo due pareggi consecutivi l’Alessandria torna a vincere e lo fa battendo, tre le mura amiche, la Carrarese per 2-1. Adesso i Grigi hanno tre punti di vantaggio sulla Cremonese che a Como ha limitato i danni pareggiando 2-2 grazie ad una grande rimonta confezionata nella ripresa.

Dietro di loro il vuoto: a 25 punti c’è il Livorno che ottiene la terza vittoria consecutiva battendo agevolmente la Pro Piacenza per 3-1. I Toscani agganciano, dunque, i cugini dell’Arezzo sconfitti sul campo del Pontedera per 3-2. Sale prepotentemente in classifica il Renate che vola al quinto posto grazie alla vittoria sulla Lupa Roma per 2-0. Renate, che aggancia il Piacenza sconfitto in casa nel finale dalla Giana Erminio che ora è distante solo un punto. In zona play-off è bagarre: la Lucchese pareggia 0-0 sul campo della Racing Roma e resta decimo ma ad incalzarlo c’è il Siena che batte 2-0 il Tuttocuoio mentre l’Olbia perde clamorosamente in casa contro il Prato (1-2). Non è da meno la Viterbese che, in crisi nerissima, perde a Pistoia 2-0.

GIRONE B

Girone B

Il Venezia si prende la testa del girone: gli uomini di Inzaghi espugnano il campo della Feralpi Salò (0-1) e volano in solitaria al comando della classifica. Tengono botta però Reggiana e Sambenedettese, distanti solo due punti: gli Emiliani battono senza troppi patemi l’Albinoleffe (2-0) mentre gli uomini di Palladini vincono 1-0 sul campo della Lumezzane. Al secondo posto c’è anche il Pordenone che espugna il Braglia di Modena per 3-0.

Scivola quarto dunque il Bassano che perde 2-0 tra le mura amiche contro la Maceratese e ora vede arrivare ad un solo punto il Padova che sconfigge il Parma in casa per 4-1 e, per lo più, in rimonta. Oltre a Padova e Parma, c’è anche il Gubbio a 25 punti grazie alla vittoria per 2-0 maturata sul campo del Fano. In zona salvezza importanti vittorie per Sudtirol (1-0 sul Santarcangelo), Teramo (3-2 sull’Ancona) e Forli che coglie la sua prima vittoria in campionato travolgendo il Mantova per 4-1.

GIRONE C

Girone C

Il match più incredibile della giornata, e forse del campionato, si è giocato a Castellammare di Stabia dove, sotto di due reti, il Lecce ha vinto 3-2 grazie alla rete di Caturano nel finale. Di questa situazione ne approfitta il Foggia che batte con il minimo sforzo il Catanzaro per 1-0: ora ci sono tre squadre in testa. Tre, perchè il Matera non approfitta del big match e perde 1-0 sul campo dell’Andria.

A soli tre punti ora c’è il Cosenza che batte 2-1 il Monopoli. Nei paraggi c’è anche il sorprendente Virtus Francavilla che coglie la quarta vittoria nelle ultime cinque giornate battendo il Catania 1-0 nel finale e in inferiorità numerica. Salgono, a braccetto, anche Fondi e Casertana che battono rispettivamente la Paganese (3-1) e il Siracusa (2-0). Solo pareggi nelle zone meno nobili della classifica: 2-2 pirotecnico tra Reggina e Taranto, 1-1 tra Vibonese e Melfi mentre termina 0-0 Akragas-Messina.

Fonte foto: Profilo ufficiale Lecce, Alessandria, Padova e Catania