Liga, accordo tra Federazione e giocatori: partite ogni 72 ore

80

Accordo raggiunto tra la Federazione spagnola e i calciatori della Liga, se si dovesse ripartire si giocherà ogni tre giorni e non di meno.

BARCELLONA – Se la Liga, al pari degli altri campionati europei, dovesse ripartire lo farà nella settimana compresa tra il 29 maggio e il 6 giugno, come annunciato questa mattinata dal presidente Tebas. Ma c’è di più: il presidente della Federazione spagnola Luis Rubiales ha deciso che non si giocherà ogni 48 ore per poter terminare la stagione sospesa. La decisione è stata presa di comune accordo con l’AFE, l’associazione calciatori spagnola. Nel primo pomeriggio, come riportato dai media spagnoli, le parti in causa hanno effettuato una riunione per capire come agire in merito alla ripresa dei campionati nazionali.

La RFEF, infatti, ha rifiutato la proposta di giocare ogni 48 ore nella stagione più calda, per salvaguardare la salute degli atleti e compromettere il regolare svolgimento dei match. Serve poter recuperare e dunque si scenderà in campo ad una distanza di almeno 72 ore. Inoltre verranno effettuate due pause, una per tempo, per permettere ai calciatori di idratarsi nel modo corretto. Nel comunicato non ci sono indicazioni sull’apertura al pubblico, ma come riportato dal quotidiano AS molto probabilmente si giocherà a porte chiuse almeno fino a settembre.

Articoli correlati