Malesani: «Stasera dovevamo essere concreti»

410 0

«Stasera bisognava essere concreti». Alberto Malesani, ripreso da Radio Nostalgia, spiega nella sala stampa del Luigi Ferraris il suo “segreto” per battere la Roma. «C’è stato un po’ di sbandamento nel primo tempo – prosegue l’allenatore del Genoa – perché le condizioni dei giocatori non erano quelle di Torino. Mi ha dato una grossa mano Janko che ci ha consentito di andare in vantaggio. Nella ripresa la squadra mi è piaciuta molto, soprattutto perché ha tenuto più possesso palla. Salvo la leggerezza di Merkel che ha perso la palla a centrocampo che ha scaturito il gol della Roma. Poi si è rifatto con l’assist per Kucka».

Il tecnico rende “l’onore delle armi” agli avversari. «Faccio i complimenti di cuore alla Roma. Però per occasioni da gol pure siamo stati superiori agli avversari: Frey non l’ho visto impegnato oggi». Un battuta sulla partita di domenica contro la Fiorentina: «Aspetto la squadra a Firenze: dobbiamo far capire che questo è il nostro dna». I cronisti in sala stampa gli chiedono dei cambi e della possibilità di far entrare Jorquera: «Non era una partita per Jorquera» conclude Malesani.

[Marco Liguori – Fonte: www.pianetagenoa1893.net]