Mamma che mercato! Sono tutte in movimento, grandi e piccole fra difficoltà

Un centrocampista per il Milan, un attaccante per la Juve, un’opportunità per l’Inter. E poi come al solito il Genoa scatenato, il Napoli che ragiona da grande, la Fiorentina sempre in prima linea, il Parma che in silenzio prova il colpo. E gli attaccanti sempre in primo piano… E’ iniziato alla grande questo mercato, viste le premesse non poteva essere altrimenti, ma andiamo con ordine.

Galliani chiusa la vicenda Ronaldinho si butterà su Lazzari. Pochi dubbi, il nome buono è lui. Piace a lui, piace ad Allegri (che lo stima tantissimo). I rapporti con il Cagliari sono buoni, anzi ottimi, ma questo non significa che la trattativa sarà semplice: ricordate la vicenda Allegri? Dipenderà da quando e da chi farà il primo passo, la prima telefonata. Il Milan vorrebbe mettere nella trattativa la metà del cartellino di Astori. Magari in cambio di una metà di Lazzari. Operazione zero euro insomma, ma questa è solo l’intenzione, poi si tratterà. E magari bisognerà anche vincere la concorrenza del Genoa, che al giocatore si è interessato e molto.

Alla Juve interessano gli attaccanti. Intanto si muove sui difensore: si lavora con il Siviglia per uno scambio Konko-Motta (che piace anche all’Atletico Madrid). I dirigenti juventini inoltre vorrebbero una punta di primissimo piano ma Dzeko è del City (operazione da circa 90 milioni di euro, tutto compreso, capito perché è difficile arrivarci) Gilardino rimane alla Fiorentina con tanto di comunicato ufficiale, Pazzini rimane alla Samp almeno fino a giugno, Floccari è stato dichiarato incedibile. Rimane Toni da poter prendere ma aggiungerlo a Quagliarella, Amauri, Iaquinta e Del Piero potrebbe stravolgere gli equilibri. Amauri vuole dimostrare a Torino che vale, vuole essere lui il miglior acquisto di gennaio. Difficile dunque che cambi qualcosa, a meno che lo Shalke non accetti lo scambio di prestiti Sissoko-Huntelaar, la pista più calda in questo momento…

Di nomi di punte in realtà ne girano parecchi. Prendete Mutu per esempio: nessuno avrebbe pensato mai a quello che è successo. Fuori rosa con il Cesena pronto a prenderlo. Con un bel contratto pluriennale ma senza pagare il cartellino, e questo a Corvino non va proprio bene. La cessione sarebbe anche avallata, anche gratis. Ma all’estero, non in Italia. In attesa di capire l’evoluzione (occhio al Galatasaray) la Fiorentina punta Floro Flores, guarda in casa Samp di capire chi sarà lo scontento fra Pozzi e Marilungo. E poi cerca di chiudere per Behrami. La prima offerta è stata di circa 4 milioni di euro, per il West Ham non bastano. Ma la brutta sconfitta contro il Newcastle aiuta un po’ Corvino (sempre che ne abbia bisogno!).

Il Napoli – che ragiona da grande – e si prepara a una delle notti più importanti degli ultimi anni. Riccardo Bigon non ha fretta di comprare tanto per comprare. Il difensore individuato è Britos (ma a Bologna bisognerà aspettare il rientro dalle ferie di Zanetti), la pista alternativa Ogbonna. SI continua a lavorare con il Genoa per Kharja, stand by per Inler e con Cavani invece sta parlando per un prolungamento del contratto fino al 2016 con adeguamento immediato su tutto l’ingaggio visto quanto ha fatto in questo avvio di stagione.

Il Genoa oltre a contendere Lazzari al Milan, prende Kucka (oggi sarà in tribuna, è uno dei centrocampisti in più che chiedeva Ballardini) e tratta con Gabi Milito per la difesa (anche se ci sono problemi per l’ingaggio). Piace anche Acerbi, della Reggina, intanto però insieme all’Inter sta lavorando anche su Stefan Bell, difensore del Mainz classe 1991 che potrà arrivare soltanto a giugno e che l’Inter già aveva contattato lo scorso aprile.

Inter che parla con il Parma per Obi e Nwanko, lavora per portare in Italia Luc Castaignos (con Rivas nella trattativa) e che pensa anche a Viviano, con più intensità rispetto al passato visto l’infortunio di Julio Cesar.

Poi ancora il Bari su Mauro Boselli attaccante argentino del Wigan, anche il Fenerbahce su Floro Flores, Agger che si lamenta sui giornali che non sta giocando abbastanza (e quindi occhio a Juve e Napoli), Paolucci che piace al Chievo, Ziegler che piace talmente tanto al Malaga pronto ad offrire 3 milioni e mezzo alla Samp… E siamo solo all’inizio…

[Luca Marchetti – Fonte: www.tuttomercatoweb.com]