Milan, Maldini: “Avevamo bisogno di una base, Ibra è arrabbiato perché..”

0

Milan

Le parole del direttore dell’area tecnica rossonera nel corso di un’interessante intervista rilasciata al programma Dribbling.

MILANO – Paolo Maldini, direttore tecnico del Milan, ha rilasciato un’intervista a Dribbling parlando dello straordinario momento di forma della squadra rossonera. Queste le sue parole: “Mi rende felice per la maniera di giocare, la sua maniera di essere, il suo coraggio, quindi son tutte cose cose che noi abbiamo chiesto ai nostri giocatori quando sono arrivati qua e a quelli che abbiamo trovato quando nell’agosto del 2018 ho accettato questo lavoro. Credere in quello che si fa e nei giocatori, aspettandoli. Questa era una squadra che aveva bisogno di costruire una base. Il discorso fatto all’inizio lo abbiamo voluto continuare. Il Milan è un club che ti chiede tanto e richiede tanto stress. Non è detto che un giovane che faccia bene da altre parti faccia bene anche qua. 

Daniel? Lo vedo tutti i giorni perché vive ancora a casa con noi. Ci salutiamo e viviamo in maniera normalissima con la massima naturalezza. Il calcio è democratico al massimo, è qua perché lo merita. Ci sono tante cose che gli danno fastidio. Come con mio padre, le cose che danno più fastidio sono le frasi in macchina dopo la partita. Abbiamo avuto la fortuna sia io che mio padre di avere tanti successi: un augurio a mio figlio Daniel che possa avere gli stessi risultati. Ibrahimovic? Lui affronta tutto di petto. Oggi è arrabbiato perché era vicino al rientro e si è rifatto male. In epoca Covid gli infortuni muscolari sono più frequenti”.

Articoli correlati