Il mondo del calcio è in lutto: a 53 anni é mancato Sinisa Mihajlovic

53

lutto luce

L’ex giocatore e allenatore serbo lottava dal luglio 2019 contro una forma di leucemia mieloide acuta: dapprima sconfitta e poi ritornata a marzo 2022

ROMA – Ci sono notizie che non si vorrebbero mai dare né ricevere. Ci sono momenti in cui non si sa mai cosa dire e ogni cosa che si dice può sembrare retorica. Oggi per il calcio, per  lo sport ma anche un po’ per la vita di ognuno di noi é un giorno triste perché all’età di 53 anni ci ha lasciato Sinisa Mihajlovic. L’ex calciatore e allenatore lottava dal mese di  luglio del 2019 contro una forma di leucemia mieloide acuta: dapprima sconfitta e poi ritornata a marzo 2022. Non sono bastati più di tre anni di cure, un trapianto al midollo per salvargli la vita. Il serbo, che da giocatore ha indossato la maglia di Roma, Sampdoria, Lazio e Inter, aveva iniziato la stagione come tecnico del Bologna ma a settembre, dopo poche gare, era stato esonerato.

A rendere noto il decesso  stata la famiglia con una nota. “La moglie Arianna -si legge- con i figli Viktorija, Virginia, Miroslav, Dusan e Nikolas, la nipotina Violante, la mamma Vikyorija e il fratello Drazen, nel dolore comunicano la morte ingiusta e prematura del marito, padre, figlio e fratello esemplare, Sinisa Mihajlovic – si legge nel comunicato diramato dalla famiglia – Uomo unico professionista straordinario, disponibile e buono con tutti. Coraggiosamente ha lottato contro una orribile malattia. Ringraziamo i medici e le infermiere che lo hanno seguito in questi anni, con amore e rispetto, in particolare la dottoressa Francesca Bonifazi, il dottor Antonio Curti, il Prof. Alessandro Rambaldi, e il Dott. Luca Marchetti. Sinisa resterà sempre con noi. Vivo con tutto l’amore che ci ha regalato”.