L’ordine d’arrivo della tredicesima tappa del Giro d’Italia 2024

43

logo giro d'italia 2024

La Maglia Ciclamino, dopo essere rimasta attardata nei ventagli, rientra in gruppo e ottiene il suo terzo successo in questo Giro

CENTO – Una volata perfetta porta a quota tre il bottino personale di vittorie di Jonathan Milan al Giro d’Italia 107. La Riccione-Cento, messa nel mirino da tutti i velocisti rimasti in corsa, ha confermato le aspettative della vigilia nonostante un’accelerazione ai -60 da parte della Ineos Grenadiers, che ha sfruttato un tratto di vento laterale per aprire i ventagli e spezzare il gruppo. Tra i corridori rimasti inizialmente attardati c’era proprio la Maglia Ciclamino, costretta ad un inseguimento di una decina di km. Rientrato il pericolo, la Lidl-Trek ha potuto preparare nel migliore dei modi il finale, con Simone Consonni che ha pilotato Jonathan Milan nella posizione ideale per lanciare lo sprint e vincere nettamente davanti a Stanislaw Aniolkowski e Phil Bauhaus.

CLASSIFICA GENERALE

1 – Tadej Pogacar (UAE Team Emirates)
2 – Daniel Felipe Martinez (Bora – Hansgrohe) a 2’40”
3 – Geraint Thomas (Ineos Grenadiers) a 2’56”

ORDINE D’ARRIVO

1 – Jonathan Milan (Lidl-Trek) – 179 km in 4h02’03”, media di 44.370 km/h
2 – Stanislaw Aniolkowski (Cofidis) s.t.
3 – Phil Bauhaus (Bahrain Victorious) s.t

LE MAGLIE UFFICIALI

Le Maglie di leader del Giro d’Italia sono disegnate e realizzate da Castelli.

Maglia Rosa, leader della Classifica Generale, sponsorizzata da Enel – Tadej Pogacar (UAE Team Emirates)

Maglia Ciclamino, leader della Classifica a Punti, in collaborazione con il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e ITA Italian Trade Agency – Jonathan Milan (Lidl-Trek)

Maglia Azzurra, leader del Gran Premio della Montagna, sponsorizzata da Banca Mediolanum – Tadej Pogacar (UAE Team Emirates) – indossata da Simon Geschke (Cofidis)

Maglia Bianca, leader della Classifica Giovani, nati dopo il 01/01/1999, sponsorizzata da Eataly – Antonio Tiberi (Bahrain Victorious)

DICHIARAZIONI A CALDO

Il vincitore di tappa Jonathan Milan, subito dopo l’arrivo, ha dichiarato: “E’ fantastico ottenere il terzo successo di tappa nonostante abbia temuto quando sono rimasto indietro a causa dei ventagli. I miei compagni di squadra mi hanno guidato alla perfezione, aiutandomi a rientrare in gruppo e successivamente a posizionarmi per lanciare la volata. Simone Consonni è stato fondamentale, tirando dai -400 metri. E’ impressionante vedere come tutti mi abbiano supportato al meglio per la volata, sono orgoglioso del mio team”.

La Maglia Rosa Tadej Pogacar ha detto: “Finora, in ogni tappa del Giro è successo qualcosa. Il percorso era pianeggiante, però c’era vento e ha favorito i ventagli. La Ineos Grenadiers ha attaccato, ma sono sempre rimasto davanti. Nelle loro condizioni avrei provato a fare la stessa cosa. Domani e dopodomani ci saranno due appuntamenti molto importanti. Spero di fare bene”.

CONFERENZA STAMPA

Il vincitore di tappa Jonathan Milan ha dichiarato in conferenza stampa: “E’ stata una vittoria tanto bella quanto complicata. Mi sono preoccupato quando sono rimasto dietro nei ventagli. Ci siamo accorti tardi dell’evoluzione della situazione, ma il gap non è mai stato troppo ampio e siamo riusciti a ricucire. Dopo che siamo rientrati abbiamo deciso di correre sempre davanti, il finale era complicato ma la squadra ha fatto un lavoro fantastico. Non sta a me dirlo, basta guardare le immagini in tv. Sono grandiosi”.

La Maglia Rosa Tadej Pogacar ha detto: “E’ più facile per me indossare la Maglia Rosa, anche perchè il team è molto più forte rispetto a qualche anno fa. Ho fiducia in loro, so che siamo forti e lo dimostriamo, anche in situazioni complicate come i ventagli di oggi. Guardo alla crono di domani conscio della mia forza, dopo la vittoria di Perugia. E’ bello correre sulle strade italiane, il pubblico è stato numeroso e rispettoso. Sono contento di vederli gioire per Jonathan Milan, è un corridore che sta correndo in maniera strepitosa”.

STATISTICHE

Terza vittoria in questa edizione per Jonathan Milan, sesta stagionale. Ha raddoppiato il bottino del 2023.

30^ Maglia Ciclamino per Jonathan Milan: la top-10 di tutti i tempi è distante solo due giorni (32 – Franco Bitossi).

Stanislaw Aniolkowski, 2°, ottiene il miglior risultato per un atleta polacco al Giro da Assisi 2012, quando Bartosz Huzarski fu ugualmente 2°.