Palermo – Pescara 1-1: Brugman fallisce un rigore

416

Palermo - Pescara 1-1: Brugman fallisce un rigore

La cronaca di Palermo – Pescara. Punto esterno per la prima di Pillon con i biancazzurri che hanno fallito un rigore nel finale con il loro capitano Brugman

PALERMO – Pareggio del tra Palermo e Pescara nella gara valida per la 34a giornata di campionato. Prima in panchina per Pillon e biancazzurri che dimostrano di aver carattere e voglia di lottare dopo le ultime infelici uscite. Le reti tutte nel primo tempo, leggermente appannaggio dei padroni di casa. Due conclusioni in avvio dalla distanza: da una parte Brugman impegna Pomini quindi Coronado prende la mira visto che nella seconda occasione il rosanero al 24′ trova il diagonale preciso che si infila alla destra di Fiorillo. Al 39′ però Valzania pesca il pari con un pallonetto in area deviato da Chochev che scavalca Pomini leggermente fuori dai pali. Nella ripresa si vede maggiormente il Pescara che già dopo 6 minuti fallisce un contropiede 3 contro 2 e diagonale errato di Mancuso. Al 14′ Pettinari sotto porta in acrobazia calcia alto ma nella sagra degli errori ci si mette anche Brugman che al 33mo si fa neutralizzare un rigore da Pomini. E così in pieno recupero i biancazzurri rischiano addirittura di perderla prima Crescenzi salva sulla linea quindi Fiorillo è reattivo sulla conclusione di Gnahoré.

Cronaca minuto per minuto

Presentazione della partita

Oggi alle ore 15 si giocherà Palermo – Pescara, incontro valido per la trentaquattresima giornata del campionato di Serie B. Da una parte ci sono i siciliani che, dopo una serie di risultati utili, hanno perso a Parma 3-2 nel recupero della trentesima giornata. In classifica la compagine di Tedino occupa la terza posizione con 57 punti, uno in meno del Frosinone secondo. Dall’altra parte ci sono gli abruzzesi che hanno nuovamente cambiato allenatore con Pillon chiamato a sostituire Epifani. Il Delfino ha perso cinque delle ultime sei partite e in classifica occupa la sedicesima posizione con 37 punti.

QUI PALERMO – Tedino dovrebbe confermare il collaudato 3-5-2 con Pomini tra i pali, terzetto difensivo composto da Rajkovic, Struna e Szyminski. A centrocampo Jajalo in cabina di regia mentre Coronado e Gnahorè si giocano un posto da mezzala insieme a Murawski: se l’ex Trapani agirà da mezzala La Gumina affiancherà Nestorovski in attacco mentre in caso contrario Gnahorè occuperà il suo posto a centrocampo. Sulle corsie esterne Aleesami e Rispoli mentre in attacco certo del posto Nestorovski.

QUI PESCARA – L’arrivo di Pillon cambierà ancora una volta il Pescara che potrebbe schierarsi col 4-3-3 con Fiorillo tra i pali, pacchetto arretrato composto da Coda e Perrotta centrali mentre sulle corsie esterne Balzano e Crescenzi. A centrocampo Brugman in regia con Valzania e Machin mezze ali mentre in attacco Capone e Mancuso a supporto di Pettinari.

Le probabili formazioni

PALERMO (3-5-2): Pomini; Rajkovic, Struna, Szyminski, Aleesami, Gnahorè, Jajalo, Murawski, Rispoli, Coronado, Nestorovski. Allenatore: Tedino

PESCARA (4-3-3): Fiorillo; Balzano, Perrotta, Coda, Crescenzi, Machin, Brugman, Valzania, Mancuso, Pettinari, Capone. Allenatore: Pillon

Arbitro: Piscopo della sezione di Imperia 

Guardalinee: Citro e Scatragli

Quarto uomo: Schirru

Stadio: Renzo Barbera

Articoli correlati