Parma, Ghiarardi: “Ho voglia di ricominciare. Abbiamo un Floccari in più”

Oggi conferenza stampa di presentazione ufficiale del rinnovo della partnership che unisce la società del Parma con la Vorwek Folletto. Il presidente del club Ghirardi al termine della stessa si è intrattenuto con la stampa.  Tra i temi toccati, la prossima gara con la Juventus, il neo acquisto Floccari e la campagna abbonamenti. Questi alcuni passaggi riportati sul sito ufficiale della società:

Ho voglia di ricominciare. Questo inizio di stagione, ritardato in modo ingiusto, ci porta a esordire con la Juve nella prima gara ufficiale nel nuovo impianto. Che dire speriamo che siano ubriachi di euforia e che la partita possa essere equilibrata. La Juve è una squadra molto competitiva e una società che negli ultimi anni ha investito molto. In tutti i sensi dunque è una realtà fortissima. Noi siamo comunque carichi e preparati. Io come anche i giocatori. È logico che la tensione dell’inizio c’è. Questa sosta forzata può aver favorito più gli avversari che il Parma, visto che a fine mercato hanno inserito quattro giocatori.

Noi abbiamo in più Floccari, se avessimo giocato regolarmente la prima contro il Catania non lo avremmo avuto, ma questi discorsi più di tanto non mi piacciono. Il 28 agosto si doveva scendere in campo. Punto e basta. Tornando all’esordio a Torino, posso dire che avere uno stadio come quello che ha la Juve è di certo il sogno di tutti i presidenti, anche se per me lo è meno di altri . Io credo di potermi vantare di avere dopo la società bianconera, l’impianto più bello d’Italia. Per la visibilità del campo, per il numero e la bellezza delle suites e del ristorante panoramico allestiti con G-Sport. La mia ambizione non è costruire un nuovo stadio, ma ristrutturare il Tardini: sono convinto che con la collaborazione dell’amministrazione comunale e di qualche investitore, anche in tempi brevi si avrebbero risultati eccezionali.

Chiudiamo sabato e in attesa dei dati definitivi, ora siamo a quota 7.600 tessere, posso dire che non mi aspetto grosse differenze rispetto all’anno scorso. Anche perchè nei numeri diffusi fino ad ora non abbiamo ricompreso tutti gli abbonamenti che rientrano in contratti con aziende e sponsor. Anzi, penso che si tratti di un grande successo visto le difficoltà che sta attraversando il nostro paese. Ecco che colgo allora l’occasione per ringraziare, e lo farò sempre, chi per sottoscrivere l’abbonamento ha deciso di privarsi di una risorsa economica per dedicarla al Parma.