Pescara, Fiorillo: “Impossibile programmare il lavoro senza certezze”

144

Pescara, Fiorillo: "Si potrebbero giocare solo play-off e play-out"

Le parole del portiere e capitano del Pescara nel corso di un’intervista rilasciata ai microfoni dell’emittente Rete 8.

PESCARA – Vincenzo Fiorillo, portiere del Pescara, ha rilasciato un’intervista ai microfoni di Rete 8. Queste le sue parole: “La quarantena procede bene, siamo tutti in attesa di notizie che purtroppo non arrivano mai. Bisognerà mettersi l’anima in pace e attendere l’ufficialità di qualcosa perché andando dietro a tutte le notizie non si riesce ad avere un quadro chiaro. La mia opinione? Io mi auguro che si possa riprendere anche se c’è una parte di me che non vorrebbe, perché giocare d’estate a porte chiuse non è affascinante anche se capisco che si debba terminare la stagione.

Viviamo in questa incertezza dove non ci consente di programmare nulla. Se avessimo delle date a lunga durata potremo organizzare il lavoro ma così si sta facendo una rincorsa ad un qualcosa che non si sa quando riprendere. In cuor mio spero di riprendere perché ci sono 10 partite e abbiamo voglia di finire meglio di come stavamo prima di questa pandemia, credo possa essere l’occasione per dimostrare che il Pescara valga qualcosa in più di questa classifica. Il sogno Serie A? E’ un sogno che abbiamo in comune con il mister Legrottaglie. Ho letto anche l’intervista di Memushaj e siamo in 3 ad avere questo sogno nel cassetto. Se riuscissimo ad averlo in tanti sarebbe molto più facile da realizzare, potremo partire da questa base”.

Articoli correlati