Piacenza – Pordenone 0-3: tris dei neroverdi

452

Piacenza Pordenone cronaca diretta live risultato in tempo reale

La partita Piacenza – Pordenone di Sabato 12 novembre 2022 in diretta: nel primo tempo tempo vantaggio di Bassoli, nella ripresa raddoppio di Dubickas e autorete di Masetti

PIACENZA – Sabato 12 novembre alle ore 17.30, allo stadio Leonardo Garilli di Piacenza, il Piacenza di Cristiano Scazzola ospita il Pordenone di Domenico Di Carlo nel match valido per la tredicesima giornata del girone A di Lega Pro 2022/23.

Tabellino

PIACENZA: Tintori N., Cosenza F., Gonzi J., Masetti L., Morra C., Munari D. (dal 23′ st Lamesta D.), Nava R., Nelli J. (dal 10′ st Capoferri M.), Palazzolo N., Rossetti M. (dal 34′ st Conti G.), Suljic C.. A disposizione: Rinaldi F., Vivenzio R., Biancheri P., Capoferri M., Conti G., Frosinini R., Giacchino S., Lamesta D., Onisa M., Pezzola L., Rizza A., Vianni S.

PORDENONE: Festa M.,, Ajeti Ar., Bassoli A., Benedetti A. (dal 45’+5 st Ingrosso G.), Bruscagin M., Burrai S. (dal 36′ st Giorico D.), Candellone L., Dubickas E. (dal 36′ st Piscopo K.), Pinato M. (dal 36′ st Biondi K.), Torrasi E., Zammarini R. (dal 45’+5 st La Rosa A.). A disposizione: Giust N., Martinez M., Baldassar S., Biondi K., Comuzzo F., Giorico D., Ingrosso G., La Rosa A., Maset E., Piscopo K.

Reti: al 36′ pt Bassoli A. (Pordenone) , al 4′ st Dubickas E. (Pordenone) , al 44′ st Masetti L. (Pordenone) autogol.

Ammonizioni: al 29′ pt Rossetti M. (Piacenza), al 38′ pt Suljic C. (Piacenza), al 3′ st Cosenza F. (Piacenza), al 21′ st Nava R. (Piacenza), al 41′ st Gonzi J. (Piacenza) al 34′ pt Dubickas E. (Pordenone).

Dichiarazioni

Scazzola: “Il Pordenone è tra le squadre più attrezzate del girone e punta al salto di categoria. È fatta di giocatori che hanno giocato anche la serie B. Essendo una squadra forte sicuramente quella di sabato non sarà una partita semplice, ma come dico sempre dobbiamo pensare a noi stessi e a cercare di migliorare sempre di più quello che stiamo costruendo, dando continuità alle buone prestazioni che abbiamo dimostrato di saper fare nelle ultime partite. Il morale della squadra è alto e lo era anche prima della vittoria arrivata domenica scorsa, importantissima perché ci ha permesso di accorciare le distanze e lasciare l’ultimo posto in classifica. Bisogna però dire che il morale non basta ma servono i punti e questo resta l’obiettivo”.

Di Carlo: “Arriviamo da due partite in cui abbiamo concretizzato al meglio il tanto lavoro fatto e vogliamo continuare su questa strada. Troveremo un Piacenza in salute e che gioca un calcio offensivo. Serviranno massima attenzione e lo spirito giusto”.

Presentazione del match

I Lupi arrivano alla tredicesima gara della stagione portandosi dietro le scorie di un momento difficile, con tre pareggi e due sconfitte in cinque partite a cui si aggiunge il sedicesimo di finale di Coppa Italia Serie C perso ai rigori contro il Sangiuliano City, ma anche la speranza che la vittoria esterna arrivata nella scorsa giornata per 2-1 contro il Mantova possa essere un punto di svolta per la stagione dei piacentini, che al momento occupano la penultima posizione in classifica a solo un punto dalla Virtus Verona che occupa l’ultima. Il tecnico Scazzola proverà dunque a continuare nel verso dell’ultimo match e a vincere anche questa gara che li vede nettamente sfavoriti, dato che il Pordenone occupa la prima posizione del girone A di Lega Pro, e per farlo si affiderà ai giocatori che ancora stanno tenendo in piedi, anche se con qualche difficoltà, la sua squadra: Alessandro Cesarini, capocannoniere della squadra con quattro reti messe a segno in campionato, e il suo compagno di reparto Claudio Morra, che invece ha due gol in meno.

I Ramarri del Noncello invece arrivano al match di sabato con la consapevolezza della prima della classe: il Pordenone infatti si trova al primo posto di questo girone della terza categoria italiana con ventitré punti, a pari merito con il Renate, ma davanti per differenza reti. Sicuramente l’allenatore Di Carlo non vorrà cali di attenzione vista la posizione dell’avversario di questa sfida e vorrà continuare la striscia di vittorie consecutive iniziata con la Pergolettese due giornate fa e proseguita con il Lecco la scorsa domenica. Per difendere il primo posto e magari anche per provare ad andare in solitaria alla testa della classifica sperando in un risultato diverso dalla vittoria del Renate, il mister si affiderà alle sue stelle più splendenti, ovvero Leonardo Candellone, a quota tre reti stagionali in campionato e a segno da due partite di fila, e a Marco Pinato, attaccante classe ’95 che si sta prendendo per ora il titolo di capocannoniere della squadra con quattro reti (fatto che dimostra come questa squadra riesca a portare al gol tante persone e che non abbia un vero e proprio bomber) e anche lui a segno nella scorsa sfida.

QUI PIACENZA – Mister Scazzola opterà di nuovo per il 4-2-3-1, con Tintori confermato in porta, difesa a quattro composta da Nave, Cosenza, Masetti e Rizza, davanti a loro il binomio Suljiic – Persia, mentre a sostenere l’unica punta Morra ci saranno Munari, Cesarini e Gonzi.

QUI PORDENONE – Mister Di Carlo continuerà con il 4-3-1-2. In porta confermato Festa, difesa a quattro formata da Bruscagin, Ajeti, Bassoli e Benedetti, davanti a loro il trio di mediani con Torrasi, Burrai e Pinato, mentre Zammarini sosterrà la coppia formata da Dubickas e Candellone.

Le probabili formazioni di Piacenza – Pordenone

PIACENZA (4-2-3-1): Tintori; Nava, Cosenza, Masetti, Rizza; Suljic, Persia; Munari, Cesarini, Gonzi; Morra. Allenatore: Scazzola.

PORDENONE (4-3-1-2): Festa; Bruscagin, Ajeti, Bassoli, Benedetti; Torrasi, Burrai, Pinato; Zammarini; Dubickas, Candellone. Allenatore: Di Carlo.

Dove vedere la partita in tv e in streaming

Sarà possibile seguire il match Piacenza – Pordenone valido per la tredicesima giornata del girone A di Lega Pro 2022/23 in diretta streaming su Eleven Sports, piattaforma a cui si può accedere, attraverso abbonamento, scaricando l’app su smartphone o tablet, oppure collegandosi da pc, e in diretta TV su Sky Sport al canale 254, con l’opzione di poterla guardare anche su SkyGo se siete fuori casa.