Playoff Lega Pro: quarti finiti, adesso tutti a Firenze

333

Tutto facile per il Parma, Reggiana ai supplementari, il Pordenone tiene mentre all’Alessandria per eliminare il Lecce servono i rigori

Lega Pro per UnicefFIRENZE – Smaltita la pratica quarti di finale si va a Firenze. Arriva infatti il momento dell’esordio del format final four, sul modello del futsal, per trovare il vincitore dei playoff. Il nuovo format, fortemente voluto dai piani alti della Lega Pro, vedrà protagoniste Parma, Pordenone, Reggiana e Alessandria.

Lucchese-Parma

Il Parma, favorito d’obbligo, partiva dal 2-1 del Tardini. Risultato bissato anche a Lucca. La cenerentola rossonera subisce il primo gol parmigiano dopo appena 13 minuti. La firma sulla rete che di fatto spiana la strada ai ducali è firmata da Baraye. La Lucchese però  non molla e al minuto 17 trova il pareggio che riaccende le speranze con D’Auria. D’Aversa però azzecca il cambio e butta dentro Edera nella ripresa per Lucarelli. Proprio Edera al 51′ mette in rete il pallone che chiude la partita è regala al Parma le final four.

Cosenza-Pordenone

A Cosenza il Pordenone si presenta forte della rete di vantaggio segnata all’andata. Partita molto tattica quella del San Vito. Il Pordenone pur non brillando riesce a tenere lo 0-0 fino al termine della partita. Il Cosenza ci prova, forse con poca convinzione, e alla fine vede sfumare il sogno B non senza rimpianti. Il Pordenone a Firenze troverà ora lo scoglio altissimo rappresentato dal Parma di D’Aversa.

Reggiana-Livorno

Match intensissimo tra Reggiana e Livorno. Gli emiliani partono dal vantaggio di due gol a uno acquisito nella partita d’andata. A partire a tutta è però il Livorno che passa prima al 33′ con Franco e poi al 44′ con Borghese. Fine primo tempo dunque con gli ospiti avanti due gol e lanciati verso le semifinali. Nella ripresa la Reggiana cambia testa e riesce a segnare al 60′ con Cesarini. Parità assoluta e partita che va ai supplementari. Qui bastano 6 minuti a Guidone per buttare la palla in rete e far esplodere lo stadio di Reggio Emilia. Il Livorno non ne ha più e in semifinale, seppur col brivido, va la Reggiana.

Alessandria-Lecce

Non bastano neanche i supplementari ad Alessandria e Lecce. Dopo novanta minuti non proprio spettacolari e 30 minuti supplementari dove a vincere è il timore lo 0 a 0 non si schioda. Si va così ai calci di rigore dove pronti via e Ferreira sbaglia il primo rigore del Lecce. Da quel punto in poi 8 tiri e zero errori. Sul dischetto va Sestu, pronto a tirare il rigore qualificazione per l’Alessadria. Sbaglia. Le speranze del Lecce durano però lo spazio di qualche minuto. Ciancio sbaglia infatti subito mentre Nicco trasforma. Alessandria avanti e Lecce che resta ancora in Lega Pro.

Articoli correlati