Premier League: il punto della situazione dopo otto giornate

103

Premier League

Dopo due mesi dall’inizio del campionato inglese analizziamo la classifica, tra conferme, delusioni e sorprese

MANCHESTER – Se in tanti campionati illustri vediamo vincere sempre le solite due o tre squadre, la Premier ci ha abituati diversamente, lo dimostra anche questo inizio di stagione dove tra il primo e il sesto in classifica ci sono solo tre punti.

Il Liverpool, che nella scorsa stagione ha vinto sfiorando quota cento, quest’anno rimane una delle più serie contendenti. Il rinforzo più costoso è stata l’ala portoghese Diogo Jota, ma è il solito Salah a realizzare il maggior numero di gol per la squadra.

In testa c’è al momento il Leicester Ciy, squadra che è sfuggita all’etichetta di miracolo stagionale, trovando una sua continuità anche dopo lo storico trionfo di Ranieri. Quest’estate per migliorare hanno puntato soprattutto a rinforzare la difesa con gli innesti di Fofana e Castagne, mentre davanti il capocannoniere della scorsa stagione Vardy si sta confermando anche in questa con già otto gol messi a segno.

Nelle prime posizioni troviamo anche il Tottenham, che pescando nella Liga Lo Celso e Reguilon ha aumentato la sua solidità, se poi davanti hai a disposizione la coppia più prolifica al momento della Premier (Son e Kane hanno segnato insieme già quindici gol) allora quest’anno possono davvero sognare in grande.

La sorpresa di questo inizio stagione si chiama però Southampton. La squadra alleata da Hasenhüttl, senza campagne acquisti faraoniche, sta inanellando una vittoria dopo l’altra portandosi nelle zone alte della classifiche, con la punta Ings già a cinque gol. Probabilmente non ha la qualità per rimanere nella posizione attuale fino a fine stagione, ma per adesso i risultati sono dalla loro parte.

Sono un punto sopra a una squadra che al contrario non ha badato a spese, il Chelsea: duecento milioni circa di passivo in una campagna acquisti dove è stato il trequartista Havertz la scelta più onerosa.

L’Everton di Ancellotti era partito alla grande con un bel filotto di vittorie, ma dal pareggio casalingo contro il Liverpool non si è ancora ripreso, con tre sconfitte di fila che lo hanno allontanato dalle prime posizioni.

Chi ha raccolto finora poche soddisfazioni sono le due di Manchester e l’Arsenal. Se per lo United e i Gunners non è una novità, dal City ci si aspettava una partenza migliore, non trovando la vittoria in quattro partite su sette.

Delle tre neopromosse in Premier il Leeds con dieci punti ottenuti sta mantenendo una buona media per potersi salvare, mentre il Fulham e il West Bromwich di questo passo rischiano di tornare in fretta nella serie cadetta inglese.

Qua la classifica attuale, l’asterisco vicino al nome di alcune squadre equivale a una partita da recuperare:

  1. Leicester City           18
  2. Tottenham                17
  3. Liverpool                   17
  4. Southampton           16
  5. Chelsea                     15
  6. Aston Villa *              15
  7. Everton                      13
  8. Crystal Palace          13
  9. Wolverhampton       13
  10. Manchester City *    12
  11. Arsenal                      12
  12. West Ham                 11
  13. New Castle                11
  14. Manchester Utd *     10
  15. Leeds                          10
  16. Brighton  & Hove        6
  17. Fulham                         4
  18. West Bromwich          3
  19. Burnley *                      2
  20. Sheffield United          1

Articoli correlati