Presentato il Genova Premier Padel P2, cerimonia d’apertura

24 0
cerimonia apertura genoa premier padel p2
Genova 03/07/2024
Premier Padel P2
Cerimonia di apertura del Torneo sull’incrociatore portaeromobili Giuseppe Garibaldi
Foto Giampiero Sposito

GENOVA – Un evento di spicco come il Genova Premier Padel P2 meritava una Cerimonia di Apertura in una location d’eccezione. L’ha trovata a bordo di Nave Garibaldi, storica portaeromobili ormeggiata sulla banchina Ponte dei Mille (levante) della Città di Genova, dove nel pomeriggio di mercoledì è stato inaugurato ufficialmente l’inizio dei tabelloni principali della competizione. Presenti alla cerimonia il Capitano di Vascello Marco Guerriero, il Sindaco di Genova Marco Bucci, il Presidente dell’International Padel Federation Luigi Carraro, il CEO di Premier Padel David Sugden, l’Ammiraglio Aurelio De Carolis, Comandante in capo della Squadra Navale, e il Presidente della FITP Liguria Andrea Fossati.

Tutte le istituzioni si sono unite alla celebrazione di un momento storico: per il padel, per la Città di Genova e per la Marina Militare, che ha messo uno dei suoi mezzi più famosi al servizio dello sport, offrendo una vetrina d’eccezione a una disciplina meravigliosa grazie alla realizzazione – a cura di Sport e Salute – di uno splendido campo da padel sul ponte della nave.

Insieme alle istituzioni e alla stampa, hanno partecipato all’evento alcuni dei più grandi campioni del padel internazionale, protagonisti fino a domenica 7 luglio sui campi di Valletta Cambiaso: le due coppie numero uno del mondo composte nel maschile da Arturo Coello e Agustin Tapia, e nel femminile da Ariana Sanchez e Paula Josemaria; ma anche Gemma Triay e Claudia Fernandez, Federico Chingotto e Alex Arroyo.

Al termine degli interventi istituzionali, le stelle del padel si sono esibite in delle mini-sfide a coppie miste, intrattenendo i numerosi ospiti presenti. Un’opportunità unica anche per i campioni che, seppur abituati a frequentare i più importanti tornei del mondo, mai avevano avuto modo di giocare su un campo allestito in una location mozzafiato come quella offerta da Nave Garibaldi.

LE DICHIARAZIONI

MARCO GUERRIERO, CAPITANO DI VASCELLO: “Per me è un privilegio darvi il benvenuto per questo evento speciale, a nome soprattutto del mio equipaggio. Nei suoi quasi quarant’anni di vita intensa e operativa, la Garibaldi ha preso parte alle principali missioni internazionali, ha solcato oceani lontani e mari vicini, attraversando più volte l’Equatore e solo pochi mesi fa il Circolo Polare Artico. Pensavamo che la nostra nave le avesse viste tutte, ma ci sbagliavamo. Per decenni il nostro ponte è stato il campo da gioco, se mi consentite la metafora, degli aerei e degli elicotteri della nostra Aviazione Navale. Ma da qualche giorno turbine e pale hanno lasciato spazio a un campo da padel, per far sì che anche la Garibaldi prenda parte al prestigioso evento sportivo che sta ospitando la città di Genova, storica Repubblica Marinara dove ogni marinaio si sente a casa”.

MARCO BUCCI, SINDACO DI GENOVA: “Abbiamo lavorato tanto per rendere Genova la Capitale Europea dello Sport per il 2024 e continuiamo a impegnarci in tantissimi eventi, con risultati anche superiori alle aspettative. L’evento di oggi è uno dei più importanti del nostro programma, perché porta il padel su Nave Garibaldi. Lo sport è qualcosa di molto importante, con tutti i suoi valori. Ci pratica sport impara che le cose non si ottengono facilmente, ma servono sudore e fatica. Impara a lavorare insieme agli altri e ad accettare le sconfitte. Per praticare sport serve uno spirito speciale, tanto che in genere chi ha fatto sport è un buon cittadino, ed è questo il motivo per il quale le amministrazioni continuano a investire nello sport. I sentimenti di chi va per mare sono gli stessi: sudore, fatica, gioco di squadra e determinazione per raggiungere certi obiettivi, facendo un servizio alla comunità. Oggi, per la prima volta al mondo, siamo in grado di unire lo sport con una nave che rappresenta il meglio della Marina Militare. Eventi come questo rappresentano una grande occasione di visibilità globale per la nostra città. È qualcosa di cui abbiamo bisogno, pertanto ringrazio tutti coloro che si sono adoperati nell’organizzazione di questo evento. Tutti lavoriamo con lo stesso obiettivo, per il bene di Genova, dell’Italia intera e delle generazioni del futuro”.

LUIGI CARRARO, PRESIDENTE DELL’INTERNATIONAL PADEL FEDERATION: “L’evento di oggi rappresenta una grandissima emozione per me e per l’intero mondo del padel. Per questo devo ringraziare la Marina Militare, che ci dà l’opportunità di fare qualcosa che rimarrà nella storia del nostro sport. Avere un campo da padel su Nave Garibaldi è per noi motivo di grande orgoglio e soddisfazione. Colgo l’occasione per portare anche i saluti di Angelo Binaghi, Presidente della FITP, che oggi purtroppo non è presente insieme a noi ma ci ha supportato fin dall’inizio di questo progetto, e lo fa continuamente. Stiamo costruendo qualcosa di unico, e per raccontarlo non potevamo avere una testimonianza migliore di quella di alcuni dei più forti giocatori del mondo, che a loro volta hanno fatto qualcosa di incredibile. Hanno giocato una partita di misto, una novità per il nostro sport, offrendo uno spettacolo straordinario. Da quando, insieme al nostro partner Qatar Sports Investments e alle associazioni dei giocatori, abbiamo lanciato il progetto Premier Padel, l’obiettivo era rendere il padel una disciplina globale. Oggi abbiamo scritto un’altra pagina storica per il nostro sport, e penso che l’immagine dei campioni che giocano su Nave Garibaldi farà il giro del mondo. Dunque, grazie a tutte le istituzioni coinvolte: abbiamo dimostrato che, quando lavoriamo tutti insieme, riusciamo a costruire qualcosa che entra nella storia”.

DAVID SUDGEN, CEO DI PREMIER PADEL: “Per me è un grande onore essere qui oggi, e devo ringraziare tutti i partner che hanno reso possibile questo evento. Dimostra una volta di più l’arte del possibile, perché è incredibile avere un campo da padel su una nave militare, nel porto di Genova, Capitale Europea dello Sport. Questo rappresenta un messaggio al mondo, da parte della città, del nostro sport e di Premier Padel. L’arte del possibile è l’essenza del padel: uno sport che fino a qualche anno fa molti non conoscevano, mentre oggi è il più in crescita e il più entusiasmante al mondo. Tanto che ogni settimana, nel mondo, nascono 50 nuovi club dedicati al nostro sport”.

AMMIRAGLIO AURELIO DE CAROLIS, COMANDANTE IN CAPO DELLA SQUADRA NAVALE: “Tutti i marinai generalmente hanno due cose in comune: la capacità di socializzare e una grande apertura all’innovazione. Due aspetti che riconosco nel padel, uno sport innovativo che aiuta tanto la socialità. Ringrazio tutti coloro che hanno supportato questa iniziativa, perché è stato fatto un lavoro incredibile. Siamo sempre aperti a nuove esperienze, dunque per noi è bellissimo fare qualcosa di diverso dal solito, legato allo sport. Sport che dà tantissimo alle nostre vite, permettendoci di migliorare le nostre abilità”.

ANDREA FOSSATI, PRESIDENTE FITP LIGURIA: “Siamo molto contenti, era quello che ci eravamo immaginati quando abbiamo ideato questo evento mesi fa grazie alla sinergia con il Comune, la Marina, la Federazione Internazionale Padel e la Federazione Italiana Tennis e Padel. È un evento unico, che rimarrà nella storia. Sono contento che siano venuti i giocatori più importanti al mondo e penso che questo porterà la nostra federazione e il padel verso un successo ancora più grande. Il movimento del padel ha già fatto tanto, riuscendo a creare una strada unica. Penso sia l’inizio di un percorso che darà grandi soddisfazioni, sarà un movimento che crescerà sempre di più in termini di sponsor e attrattività. Lo avete visto anche qui: Genova non si è mossa solo da un punto di vista sportivo, ma si sono mosse tutte le istituzioni perché questa è una grande disciplina a livello sociale, relazionale. Penso sia questa la strada maestra da seguire”.

IL MESSAGGIO DI FRANCESCO LOLLOBRIGIDA, MINISTRO DELL’AGRICOLTURA, DELLA SOVRANITÀ ALIMENTARE E DELLE FORESTE: “Saluto tutti i presenti e ringrazio il Sindaco di Genova, Marco Bucci, per l’invito allo Special Event a bordo della Nave Garibaldi ormeggiata a Stazione Marittima-Ponte dei Mille. Un evento che, grazie anche alla preziosa collaborazione con la Marina Militare, dà prestigio alla città di Genova, contribuendo alla valorizzazione di uno sport che è diventato un fenomeno sociale oltre che sportivo. Quella di oggi è un’importante occasione che sottolinea quanto il Sistema Italia sia significativo nello sviluppo dello sport associato all’alimentazione e al cibo di qualità. Il lavoro che portiamo avanti sinergicamente tra Ministeri, sin dall’insediamento del Governo Meloni, è anche volto a favorire le informazioni necessarie per distinguere tra alimenti salutari e dannosi, già nei più piccoli. È necessario ribadire il nostro impegno per la sovranità alimentare, concetto che vede nella difesa dei valori e delle tradizioni italiane un elemento chiave per il benessere e la cultura della nostra Nazione. Per chiunque svolga attività motoria una alimentazione basata sui principi della Dieta mediterranea è una necessità importante, sia esso un atleta professionista o dilettante. Lo sport rappresenta un elemento fondamentale per la crescita personale, per l’educazione di tutti e sono proprio gli eventi come questo che ce lo ricordano al meglio”.

IL MESSAGGIO DI DANIELA SANTANCHÈ, MINISTRO DEL TURISMO: “Gentilissimi, mi dispiace non essere lì con voi. Avrei voluto essere presente, ma improrogabili impegni istituzionali me lo impediscono. Ma ci sarò con la mente e con questo videomessaggio. Vi ringrazio per l’impegno e la serietà nell’organizzare questi eventi sportivi nell’ambito del palinsesto di Genova Capitale europea dello sport. Sono felice che la nostra Venere sia testimonial di questa manifestazione, che contribuisce a mettere a sistema nuovi fenomeni d’interesse, come il padel, all’interno del binomio vincente sport-turismo. Eventi come questo ci consentono di consolidare ulteriormente il turismo sportivo in quanto potente attrattore di flussi turistici, anche altospendenti, e vettore di valori sani e costruttivi. E poi, diciamocelo, nessuna Nazione al mondo può regalarti nello stesso momento l’emozione dello sport, in questo caso del padel, e lasciarti senza parole mentre ti godi un patrimonio culturale, paesaggistico, enogastronomico che non ha eguali nel mondo. L’evento di oggi, Genova Capitale europea dello sport, gli Internazionali di tennis, gli Europei di atletica, i Mondiali giovanili di vela e i Mondiali di tennis da tavolo, nonché le Olimpiadi invernali di Milano-Cortina, sono testimonianza di come la nostra amata Italia stia tornando alla ribalta sul palcoscenico internazionale come sede dei più grandi eventi sportivi”.

LE PAROLE DEI GIOCATORI PRESENTI ALL’EVENTO

GEMMA TRIAY: “Poter giocare su una nave è un’esperienza unica, speciale, divertente ed emozionante. È la prova di come il padel non abbia limiti: sta crescendo tantissimo a livello globale, e tutto il mondo si augura che possa arrivare fino ai Giochi Olimpici. Penso che fra qualche anno ci riusciremo”.

FEDERICO CHINGOTTO: “Non avrei mai pensato nella mia vita di giocare a padel su una nave militare. Ci fa capire dove sta arrivando il nostro sport. Premier Padel sta facendo un grande lavoro in termini di internazionalizzazione, insieme alla FIP e a noi giocatori. Lavoreremo tutti insieme per crescere ancora, e fare sì che la gente continui a godersi questo sport che tanto amiamo”.

ARTURO COELLO: “Il padel misto in futuro? Penso sia possibile, e sarebbe sicuramente molto divertente per gli spettatori. Io e Paula siamo entrambi mancini, dunque difficilmente potremmo giocare insieme come ci è successo oggi. Ma abbiamo delle caratteristiche simili: lei ha grandissima potenza, e la forza è anche una delle mie qualità principali”.

PAULA JOSEMARIA: “Anche io che i tifosi possano divertirsi con il doppio misto, per una competizione o anche per un evento o un’iniziativa come quella odierna. Mettere insieme due mancini come noi è difficile, ma aver avuto la possibilità di giocare a fianco di Arturo è un lusso per me”.