Le probabili formazioni della 16° giornata di serie B 2023/2024

71

serie b 9

La 16° giornata inizia con il big match Cremonese-Venezia di sabato 9 dicembre, domenica 10 dicembre va di scena Parma-Palermo accompagnata dalla grande sfida tra Como-Modena di domenica 10 dicembre

TERNI – Allo stadio “Libero Liberati” inizia la 16° giornata di serie B apre con la gara tra Ternana – Feralpisalò. La Ternana dopo la meravigliosa vittoria a Cosenza per 1 – 3 ha la giusta carica per affrontare la partita di sabato con una grinta in più. Il Feralpisalò non deve perdere più punti, devono reagire dopo le brutte sconfitte di quest’ultime due giornate, la classifica a diventando un peso.

Sampdoria – Lecco

La Samp di Pirlo è ricaduta di nuovo sul campo delle Rondinelle (ex squadra dello stesso Pirlo), una gara da dimenticare per i blucerchiati, adesso i tre punti per Pirlo sono importanti. Il Lecco vanta di sei punti nelle ultime tre partite un bel cammino per i nerazzurri terminando anche l’ultima vittoria col Bari che, ha un profumo di ripresa.

Cremonese – Venezia

La Cremonese da terza in classifica è scivolata al quinto posto, causa lo 0 – 0 a Pisa. Una fermata che non ci voleva considerando la gara non facile contro la capolista Venezia. Il Venezia si stanno godendo sia il buon momento ma soprattutto il primato in classifica abbracciata col Parma. A Cremona, si prevede una gara importantissima e difficilissima, i big match dei piano alti.

Cittadella – Cosenza

Il Cittadella non perde dal 27 ottobre – ha vinto 4 su 4, praticamente le ultime quattro gare, il che, li ha portati tra le prime 8 del campionato. Un gran bel lavoro. Occhio al Cosenza. Il Cosenza dopo la vittoria contro la Reggiana, nelle ultime due partite ha perso il derby contro il Catanzaro e in casa contro la Ternana, gare che avrebbe dovuto vincere sia per i tifosi che per la morale. Adesso, l’obbiettivo sono i tre punti.

Bari – Sudtirol

I Pugliesi fino alla 13° giornata sono stati molto concentrati e attenti sia al gioco sia ai non perdere punti, ma nelle ultime due partite qualcosa è andato storto è hanno raccolto 0 punti perdendo l’ultima contro il Lecco. Servono punti. L’ultima partita risale il 28 ottobre superando la Sampdoria, poi ha dimenticato forse come si fa perché non vince più da quella data. La società sta aspettando la vittoria prenatalizia.

Ascoli – Spezia

L’Ascoli non sta vivendo un buon momento non porta i tre punti a casa dal lontano 21 ottobre, i marchigiani hanno portato un solo punto. Molto poco. Serve una reazione immediata. Lo Spezia penultimi in classifica contro l’Ascoli devono concentrarsi con la massima attenzione e scendere in campo consapevoli fa fare bene, perché un’altra sconfitta si metterebbe piuttosto male.

Catanzaro – Pisa

I giallorossi negli ultimi quattro big match giocati ne hanno vinto due, gli ultimi due. Un grande passo avanti dei calabresi. Felici per aver battuto il Cosenza nel derby e il Palermo, si sono finalmente rituffati nel campionato. La gara contro il Pisa è abbastanza insidiosa. Il Pisa raggiunge una zona tranquilla in campionato questo grazie per avere ottenuto cinque punti nelle ultime quattro gare. A Catanzaro è necessario alzare la velocità e la concentrazione.

Parma – Palermo

Non è il Parma brillante e completo di inizio stagione, si è un po’ rilassato, si sentire la stanchezza. Contro la Fiorentina hanno quasi sfiorato il colpaccio costringendo i viola ai calci di rigore. L’ultima di campionato invece hanno superato per 1 – 0 lo Spezia, una partita nella quale hanno riportato non poche preoccupazioni al popolo dei crociati per la poca attenzione al gioco. Questo è una partita di alto livello, bisogna non abbassare la guardia per scivolare al secondo posto. I rosanero non vincono dal 7 ottobre quando vinsero per 0 – 2 contro Il Modena. Tutti i tifosi si aspettano una bella reazione e una bella vittoria per avvicinarsi sempre più nelle prime 4 del campionato. E’ necessario vincere.

Como – Modena

Un altro big match in vista: Il Como ha raggiunto il suo obbiettivo di inserirsi nelle prime tre del campionato, anche se il primo posto è a cinque lunghezze, i Lombardi possono farcela. Hanno dei buoni giocatori, col Modena non devono temere nulla, anche perché, il loro gioco fin qui ha sempre portato buoni frutti. Il Modena in due partite hanno ottenuto quattro punti contro ottime squadre, ora il banco di prova a Como per superare se stessi.

Reggiana – Brescia

La Reggiana è ha un solo soffio dalla Serie C, è ancora presto per nominarla però si fa presto per ritrovarsi a -10. Occorre convincere i propri tifosi e la società di volersela giocare fino in fondo pur di perdere, l’importante è non arrendersi. Le rondinelle hanno stravinto contro Pirlo, ora il sogno serie A è sempre più vicino. La stessa grinta la devono mostrare anche contro la Reggiana di Nesta.

Le probabili formazioni del 9 e 10 dicembre

Sabato ore 14:00

Ascoli – Spezia

Ascoli (4-4-2): Viviano; Giovane, Bayeye, Bellusci, Quaranta; Gnahorè, Di Tacchio, Caligara, Milanese; Rodriguez, Mendez. Allenatore: Walter Viali

Spezia (4-3-3): Dragowsky; Nicolaou, Muhl, Reca, Amina; Bandinelli, Zurkowski, Castagnetti; Amatucci, Cassata, Esposito. Allenatore: Massimiliano Alvini.

Bari – Sudtirol

Bari (4-3-3): Brenno; Dudek, Vicari, Ricci, Dorval; Frabotta, Acampora, Maiello; Sibilli, Nasty, Diaw. Allenatore: Pasquale Marino

Sudtirol (4-4-2): Poluzzi; Vinetot, Davi, Masiello, Tait; Giorgini, Boh, Lunetta, Rover; Casiraghi, Odogwu. Allenatore: Pierpaolo Bisoli

Cittadella – Cosenza

Cittadella (4-3-3): Kastrati; Salvi, Giraudo, Pavan, Angeli; Vita, Branca, Amatucci; Malgrassi, Cassano Pittarello. Allenatore: Edoardo Corini

Cosenza (4-2-3-1): Micai; D’Orazio, Sgarbi, Venturi, Meroni; Voca, Zuccon, Marras, Calò; Tutino, Forte. Allenatore: Fabio Caserta

Cremonese – Venezia

Cremonese (4-4-2): Sarr; Lochoshvilli, Semicola, Ravanelli, Ghiglione; Collocolo, Castagnetti, Sernicola, Mayer; Okereke, Coda. Allenatore: Alberto Aquilani

Venezia (4-3-3): Bruno; Campano, Idzes, Sverko, Altare; Tessman, Elletsson, Busio; Johnsen, Pohjanpolo, Pierini. Allenatore: Paolo Vanoli

Sampdoria – Lecco

Sampdoria (4-3-3): Stankovic; Murru, Ghilardi, Barreca, Giordano; Vieira, Yepes, Verre; Kasami, Esposito, Borini. Allenatore: Andrea Pirlo.

Lecco (4-4-2): Saracco; Lemmons, Battistini, Caporale, Marrone; Sersanti, Lepore, Ionita, Crociata; Novakovich, Di Stefano. Allenatore: Emiliano Bonazzoli

Ternana – Feralpisalò

Ternana (3-5-2): Innarilli; Capuano, Mantovani, Diakite; Casasola, Favasulli, Luperini, Corrado, Pyyhtia; Falletti, Dionisi. Allenatore: Roberta Breda.

Ferlapisalò (4-4-2): Pizzignacco; Letizia, Martella, Bacchetti, Pilati; Kourfalidis, Parigini, Balestrero, Fiordilino; Butic, Felici. Allenatore: Stefano Vecchi.

Sabato ore 16.15

Catanzaro – Pisa

Catanzaro (4-4-2): Fulignati; Katseris, Scognamillo, Brighenti, Veroli; Sounas, Ghion, Pompetti, Vandeputte; Iemmello, Biasci. Allenatore: Vivarini

Pisa (4-3-3): Nicolas; Berruatto, Leverbe, Canestrelli, Calabresi; Veloso, Barberis, D’Alessandro; Moreo, Valori, Piccini. Allenatore; Alberto Aquilani

Domenica ore 16:15

Parma – Palermo

Parma (3-4-1-2): Chichizola; Del Prato, Osorio, Ansaldi, Circati; Estevez, Bernabe; Mihaila, Hernani, Sohm; Ciolak. Allenatore: Fabio Pecchia

Palermo (4-4-2): Fulignati; Scognamillo, Kateseris, Kranjc, Beghenti; Pontisso, Ghion, Verdeputte, Sounas; Iemmello, Biasci. Allenatore: Vincenzo Vivarini

Como – Modena

Como (4-4-2): Semprer; Odenthai, Barba, Curto; Iovine, Bellemo, Kone, Sala; De Cubha, Verdi, Cutrone. Allenatore: Massimo Longo

Modena (4-3-3): Brenno; Dudek, Vicari, Ricci, Dorval; Frabotta, Acampora, Maiello; Sibilli, Nasti, Diaw. Allenatore: Pasquale Marino

Reggiana – Brescia

Reggiana (4-4-2): Bardi; Samipirisi, Marcandalli, Libutti, Romagna; Kabashi, Portanova, Nardi, Bianco; Pettinari, Antiste. Allenatore: Alessandro Nesta

Brescia (3-4-1-2): Lazzarini; Papetti, Mangraviti, Cistana; Paghera, Fares, Fogliata, Dickmann; Bjiarnason; Borelli, Bianchi. Allenatore: Rolando Maran

A cura di Giuseppe Macrì