Ricorre oggi, 29 maggio, l’anniversario della tragedia dell’Heysel

294

Ricorre oggi 29 maggio anniversario della tragedia Heysel

Trentatreesimo anniversario di una degli eventi più tristi della storia del calcio, in cui morirono 39 persone e ne rimasero ferite oltre 600

BRUXELLES – Oggi, 29 maggio 2018, ricorre l’anniversario di uno dei giorni più tristi nella storia del calcio e non solo. Esattamente 33 anni, infatti, in occasione della finale di Coppa dei Campioni tra Juventus e Liverpool, allo stadio Heysel di Bruxelles si consumò una vera e propria tragedia. 39 morti (33 dei quali italiani) e più di 600 feriti: questo fu il bilancio di una sera di ordinaria follia.

I fatti di cronaca

Erano le 19.20 di quel 29 maggio e mancava poco meno di un’ora dal calcio d’inizio quando alcuni tifosi del Liverpool iniziarono a scagliarsi verso il settore Z dello stadio a ondate e a sfondare le reti divisorie nel tentativo di conquistarlo. Gli hooligans caricarono più volte con  scopo che, stando a dichiarazioni successive, doveva esssere puramente intimidatorio. Il panico, però, prese il sopravvento anche a causa del mancato intervento delle forze dell’ordine belghe, che, nel tentativo di contenere il tutto, impedirono ai tifosi juventini di accedere alle vie la fuga, ammassandoli contro il muro opposto alla curva occupata dai sostenitori del Liverpool.

Si creò una grande ressa. Alcuni spettatori si lanciarono nel vuoto per evitare di rimanere schiacciati, altri cercarono di scavalcare gli ostacoli ed entrare nel settore adiacente, altri ancora si ferirono contro le recinzioni. Il muro ad un certo punto crollò per il troppo peso: moltissime persone rimasero schiacciate, calpestate dalla folla. Ci volle più di mezz’ora per ristabilire l’ordine. Da allora tante inchieste, tante polemiche ma nessuna responsabilità accertata.

La gara

La UEFA e la dirigenza delle due squadre disputare ugualmente l’incontro, in modo da evitare un rinvio che avrebbe finito per aizzare ulteriormente le tifoserie. E così alle 21.40 le due formazioni scesero in campo. La gara venne vinta dalla Juventus per 1-0, con gol decisivo siglato da Michel Platini su calcio di rigore. Fu una Coppa che molti dei protagonisti dell’epoca non riuscirono mai a vedere con un trofeo conquistato. Marco Tardelli qualche anno dopo ammise di “non aver mai vinto la Coppa dei Campioni”.  Molti tifosi, invece, la ritengono un premio in onore di quelle 39 vittime innocenti che quella sera avrebbero voluto semplicemente  gioire e  festeggiare.

Articoli correlati